cerca CERCA
Venerdì 27 Gennaio 2023
Aggiornato: 12:54
Temi caldi

Musée d'Orsay

Nuda davanti all'Olympia di Manet, artista arrestata a Parigi

19 gennaio 2016 | 12.32
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Foto dal profilo Facebook di Deborah de Robertis

Se si sia trattato di una performance artistica o di puro esibizionismo non è dato saperlo. Quel che è certo però è che prima di spogliarsi ha acceso la telecamera, così da filmare le reazioni dei passanti. E' accaduto al Musée d'Orsay di Parigi, dove l'artista lussemburghese Deborah de Robertis è finita in manette dopo essersi sdraiata nuda davanti al dipinto 'Olympia' di Edouard Manet, tela custodita nella sede museale e attualmente esposta all'interno della mostra 'Splendeurs et misères, images de la prostitution 1850-1910', che ha per tema la prostituzione.

L'artista, scrive 'Le Figaro' è stata fermata dalla polizia per atti osceni: "Aveva con sé una telecamera portatile - ha detto il suo avvocato - per filmare la reazione del pubblico. Si è trattato di una performance artistica". Diversa la reazione del museo, che ha sporto denuncia per atti osceni: "C'era molta gente davanti al dipinto - ha spiegato un portavoce del Musée d'Orsay - Gli agenti di sicurezza hanno reagito bene, hanno chiuso la sala, chiedendole di rivestirsi. Quando ha rifiutato, però, è stata chiamata la polizia che l'ha portata via".

Non è la prima volta che l'artista si esibisce 'a corpo nudo'. Già nel maggio 2014, sempre al Museé d'Orsay, de Robertis si era abbassata gli slip e aveva mostrato i genitali di fronte alla tela di Gustave Courbet, 'L'origine del mondo'. "Fermare così un'artista è un cattivo segnale - ha sottolineato il suo avvocato - Questa misura di costrizione, che è l'espressione di un inquietante moralismo giudiziario, viene rivolta nei confronti di tutti quegli artisti e performer che desiderano esprimersi in modo troppo libero nello spazio pubblico".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza