cerca CERCA
Lunedì 20 Settembre 2021
Aggiornato: 18:46
Temi caldi

Omofobia, Salvini: "Allora presentiamo pure legge contro eterofobia"

01 luglio 2020 | 21.24
LETTURA: 1 minuti

"Non c'è differenza se vengo preso a schiaffi io o un altro"

alternate text
(Fotogramma)

"L'Italia non discrimina, ci sono già tutte le sanzioni possibili e immaginabili, si rischia invece di sconfinare nell'ideologia, un rischio troppo elevato". Lo dice Matteo Salvini, rispondendo in conferenza stampa a una domanda sul ddl Zan, contro l'omofobia. "Se viene colpito, picchiato, discriminato un omosessuale o un eterosessuale la via, per quanto mi riguarda, è la galera", aggiunge il leader leghista.

"Non c'è il pestaggio più grave rispetto a un altro, a questo punto presentiamo un bel disegno di legge contro l'eterofobia, perché non c'è differenza se vengo preso a schiaffi io o un altro". Per il leader della Lega siamo di fronte a una legge "è un modo comodo per lavarsi la coscienza, ma è una norma pericolosa per tutti, omosessuali e eterosessuali".

"Il problema sono la cassa integrazione e soldi che le banche non danno", conclude il leader della Lega.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza