cerca CERCA
Sabato 01 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:06
Temi caldi

Nordcorea: commissione Onu, Corte penale indaghi su crimini contro umanità

19 novembre 2014 | 11.25
LETTURA: 3 minuti

Primo voto in Commissione Diritti Umani: per deferire Pyongyang al Cpi servirà però anche quello dell'Assemblea generale e poi del Consiglio di Sicurezza. Cina e Russia, che hanno il diritto di veto, hanno già votato no in Commissione Diritti Umani. A febbraio presentato rapporto dell'Onu che denunciava 'atrocità indescrivibili' commesse nel paese

alternate text
Kim Jong-un, leader Corea del nord - (Xinhua)

La Commissione diritti umani dell'Onu ha approvato una mozione in cui chiede al Consiglio di Sicurezza di deferire la Corea del Nord alla Corte penale internazionale perchè indaghi sul regime di Pyongyang per presunti crimini contro l'umanità. La mozione, non vincolante, e che dovra' passare al vaglio prima dell'Assemblea Generale - probabilmente già nelle prossime settimane - quindi del Consiglio di Sicurezza, è stata approvata con i voti favorevoli di 111 paesi e quelli contrari di 19, tra cui Russia e Cina, che dispongono del diritto di veto in sede di esecutivo Onu. Le astensioni sono state 55.

Un rapporto dell'Onu diffuso a febbraio parlava di "atrocità indicibili" cui sono confrontati i nordcoreani. La Commissione di inchiesta dell'Onu ha raccolto elementi a conferma di abusi dopo aver ascoltato testimonianze su torture, repressione politica ed altre forme di violazioni. "La situazione dei diritti umani in Corea del nord - riferiva il rapporto - supera ogni altra per intensità, orrore, e durata".

La reazione del regime di Pyongyang è arrivata ancora prima che si celebrasse il voto: Choe Myong-nam, funzionario del ministero degli Esteri ha avvertito che penalizzare la Corea del Nord sul versante dei diritti umani "equivale ad obbligarci a non astenerci più dal condurre test nucleari".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza