cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 07:45
Temi caldi

Calcio: Pallotta, Roma-Juve non sarà una vendetta

28 febbraio 2015 | 15.53
LETTURA: 2 minuti

Il presidente giallorosso ripensa alla gara persa all'andata: "Ci sono stati errori, cose che capitano. Potevamo vincere quella partita, siamo all'altezza dei bianconeri. Siamo stati penalizzati dai tanti infortuni"

alternate text
James Pallotta (foto Infophoto) - INFOPHOTO

"Non sarà una vendetta". James Pallotta, presidente della Roma, stempera le tensioni in vista del big match che la formazione giallorossa giocherà lunedì all'Olimpico contro la Juventus capolista. All'andata i bianconeri si imposero per 3-2 in un match caratterizzato dalle roventi polemiche per le decisioni dell'arbitro Gianluca Rocchi.

"Ci sono stati degli errori all'andata che possono succedere. Ero presente a Torino, potevamo tranquillamente vincere. La Roma è all'altezza della Juventus, non ragiono in termini di difesa del secondo posto", dice Pallotta a Roma Radio. "Se giochiamo come sappiamo, sarà un match molto aperto, spero che possiamo continuare così. Dobbiamo dare seguito alla vittoria di Rotterdam", dice auspicando un altro risultato positivo dopo la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League conquistata a spese del Feyenoord.

I rimpianti sono legati ai tanti guai fisici accusati dalla formazione di Rudi Garcia nel corso della stagione. "Ciò che è stato frustante è l'alto numero di infortuni che abbiamo avuto, abbiamo avuto defezioni gravi come Strootman e Castan e molti altri stop di 4-5 settimane. Se la Juventus avesso dovuto rinunciare a giocatori come Pirlo o Pogba -afferma- sarebbe nella nostra situazione".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza