cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 00:03
Temi caldi

Petrolio: in leggero calo dopo balzo ieri, Wti e Brent a livelli fine luglio

01 settembre 2015 | 09.47
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Un sito in Iraq

Il petrolio è in leggero calo questa mattina ma, dopo il balzo del 9% registrato nella sola giornata di ieri, si posiziona su livelli visti l'ultima volta a fine luglio, recuperando circa dieci dollari. Le quotazioni sono salite, ieri, sulla scia della preoccupazione e della 'disponibilità' dell'Opec, l'organizzazione dei Paesi esportatori di greggio, a parlare della contrazione dei prezzi dell'oro nero, più che dimezzati nel giro di un anno, con i produttori.

Dopo aver toccato, in agosto, un minimo di 38,15 dollari al barile, ieri il Wti ha chiuso al Nymex con un valore di 49,2 dollari al barile. Oggi è sceso a 47,8 dollari. Il Brent è risalito a 54 dollari dopo aver toccato il minimo mensile di 42 dollari e oggi ha ripiegato a 52,8.

Il supporto alla crescita delle quotazioni è arrivato dopo un articolo del Wall Street Journal che riportava come il Venezuela stesse cercando un incontro con l'organizzazione per discutere della prospettiva di un taglio della produzione. Gli analisti, ad ogni modo, ritengono che le nazioni del Medio Oriente tra i Paesi esportatori vorranno continuare a difendere le proprie quote di mercato mantenendo alta la produzione.

Un report dell'U.S. Energy Information Administration (Eia) stima che in giugno la produzione di barili negli Usa sia arrivata a 9,3 mln al giorno, in calo dell'1,1% rispetto a maggio.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza