cerca CERCA
Martedì 11 Maggio 2021
Aggiornato: 15:34
Temi caldi

Pil, per Fitch crollo del 10% nel 2020: debito vola al 161%

09 ottobre 2020 | 16.42
LETTURA: 2 minuti

Per l'agenzia "cruciale rilanciare la crescita e utilizzare al meglio il Recovery Fund dell'Ue"

alternate text
(Fotogramma)

Per l'agenzia Fitch nel 2020 il calo del Pil italiano sarà del 10%, un crollo che farà volare il rapporto debito/Pil al 161%, un dato preoccupante che rende ancora più cruciale rilanciare la crescita, assieme a "un utilizzo efficace del Recovery Fund dell'Ue". In una analisi dedicata al nostro paese l'agenzia formula così stime più pessimistiche rispetto a quelle proposte dal governo italiano (che vede il calo 2020 al 9% e un debito 'solo' al 158%) anche per il prossimo anno, quando la ripresa potrebbe fermarsi al 5,4% - contro il +6% ipotizzato dal Mef - e di conseguenza una riduzione del debito al 158,5% del Pil, contro il 155,6% stimato dal nostro governo.

Pur sottolineando come "le proiezioni del governo italiano sulla traiettoria del debito spesso si sono rivelate troppo ottimistiche" l'agenzia spiega comunque come le sue stime sul Pil italiano "non tengono ancora conto dell'impatto dei fondi Next Generation EU in quanto la tempistica esatta del loro esborso e il modo in cui verranno utilizzati sono incerti".

In ogni caso, aggiunge Fitch, al momento "si assiste a una ripresa della crescita più lenta rispetto alle previsioni del governo" che a fine 2022 dovrebbe lasciare il prodotto interno lordo del nostro paese ancora 2 punti percentuali al di sotto del livello pre-crisi (mentre la Nadef 'vede' per allora un pieno recupero dei livelli 2019). Di qui la previsione che il rapporto debito / PIL diminuirà solo marginalmente nei prossimi tre anni rispetto alla proiezione di base della Legge di Bilancio 2021. Per Fitch "l'Italia non riporterà un surplus primario fino al 2024", dopo aver registrato ininterrottamente avanzi primari fra l'1 e il 2 per cento fra il 2011 e il 2019.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza