cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 16:29
Temi caldi

Report Rai 3, Ranucci: "Sotto scorta sempre, due killer pronti a colpire"

26 ottobre 2021 | 16.19
LETTURA: 1 minuti

Il conduttore di Report: "C'è un buontempone che dal carcere avrebbe incaricato due killer stranieri"

alternate text
(Fotogramma)

"Da metà agosto sono sotto scorta 24 ore su 24, c'è un buontempone che dal carcere avrebbe incaricato due killer stranieri. Sarebbe un personaggio che gestisce il narcotraffico, legato a famiglie di Ndrangheta". Sigfrido Ranucci, vicedirettore di Rai3 e conduttore di Report, interviene a Un giorno da pecora su Radiouno Rai.

Report ha aperto la propria stagione ieri con una puntata sui vaccini, ottenendo il 10,4% di share. "Siamo molto contenti, c'è un gran lavoro di squadra. Un risultato del genere in prima serata, con una platea più piccola di 2 milioni di telespettatori sul totale, è notevole", dice Ranucci.

Sotto i riflettori della trasmissione, in particolare, il vaccino AstraZeneca. "Abbiamo cercato di capire perché un vaccino, su cui ha puntato tutta Europa, ad un certo punto sia scomparso. Abbiamo ricostruito i tasselli della vicenda, abbiamo buttato un vaccino che poteva essere utile per gli over 60 per una serie di errori di comunicazione e per la mancanza di omogeneità nella gestione dei dati. Il paradosso ora è che la Commissione europea ha acquistato 200 milioni di dosi di AstraZeneca e noi non le utilizzeremo, andranno a finire in Africa probabilmente. Bisogna formare i medici dei paesi in cui arriverà il vaccino" per i potenziali effetti collaterali.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza