cerca CERCA
Lunedì 28 Novembre 2022
Aggiornato: 16:26
Temi caldi

Danza: Roberto Bolle alla Scala guest del 'Giardino degli Amanti' mozartiani

06 aprile 2016 | 17.15
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Roberto Bolle durante le prove alla Scala del balletto di Massimiliano Volpini 'Il Giardino degli Amanti' - (foto di Brescia e Amisano)

Roberto Bolle sarà il protagonista del 'Giardino degli Amanti', la nuova creazione firmata da Massimiliano Volpini sui 'quartetti' e 'quintetti' di Mozart, che apre sabato prossimo al Teatro alla Scala le celebrazioni per il 225esimo anniversario della scomparsa del grande compositore austriaco. Accanto alle étoile, ai primi ballerini e al corpo di ballo scaligero, il Quartetto e i Solisti dell'Orchestra del Teatro alla Scala.

La prima sarà trasmessa in diretta su Rai 5 con diffusione cinematografica internazionale a partire dal mese di giugno. L’8 aprile in programma una anteprima (ore 20.30), a favore della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori.

Nel giardino di una villa, un’orchestra da camera suona i meravigliosi quartetti e quintetti di Mozart. Tutto si impregna di echi e rimandi al mondo del compositore. Come per illusione o per suggestione, dai chiaroscuri del giardino labirintico affiorano figure, che coinvolgono gli ospiti della festa in un gioco di schermaglie amorose. Figaro, il conte di Almaviva, Susanna e Rosina, Don Giovanni e Leporello, Fiordiligi, Dorabella, Ferrando e Guglielmo.

Viaggio nell'universo mozartiano che ammicca al '700 con cambi a vista, citando la Commedia dell'Arte

All'interno della festa una coppia si separa, si perde nel labirinto e si ritroverà solo alla fine, trasformata, 'guidata' dalla Regina della Notte. Accanto all' étoile Roberto Bolle, con Nicoletta Manni e per due recite con Virna Toppi, Nicola Del Freo con Virna Toppi e Martina Arduino e tutto il corpo di ballo scaligero. Con leggerezza e ironia questo viaggio nell’universo mozartiano ammicca al ‘700 anche nelle scenografie e nei costumi, cita la Commedia dell'Arte con cambi a vista e 'meccanismi' svelati.

''L'idea di questo lavoro è partita da una sollecitazione dell'ex direttore Makhar Vaziev, ma soprattutto dall'ascolto dei 'quartetti' per flauto di Mozart- ha dichiarato prima del debutto scaligero Massimiliano Volpini - Ho riscritto una nuova drammaturgia, anche musicale, per i miei 'Amanti' partendo dai personaggi delle sua grandi opere e me ne sono servito per raccontare qualcos'altro''.

All'interno di un '700 appena citato (all'inizio, però, i costumi saranno contemporanei, le danzatrici balleranno scalze sino ad un 'crescendo' più classico, più lirico, in punta...) si dipana la storia dei due 'amanti'. ''Scene evocative, all'interno di un luogo magico e labirintico - ha spiegato ancora Massimiliano Volpini - entrate ed uscite, porte nascoste, siepi che si muovono in continuazione, delimitando percorsi e prospettive''.

Volpini, Bolle personalità, carisma...Siamo in buone mani, soprattutto in buoni piedi

Ed a proposito della lunga collaborazione con Roberto Bolle ha precisato ancora Massimiliano Volpini: ''Roberto non è solo l'interprete dei miei 'Amanti', la sua personalità, il suo carisma sono elementi portanti del balletto. La sua presenza, il suo coinvolgimento - ha proseguito il giovane coreografo - sono per me importanti. Una situazione, lo confesso, che mi tranquillizza. Siamo in buone mani, ma soprattutto in buoni piedi...''

Ad eseguire i quartetti e quintetti mozartiani saranno Francesco Manara, Daniele Pascoletti (Violini), Simonide Braconi (Viola), Massimo Polidori (Violoncello), Andrea Manco (Flauto), Fabien Thouand (Oboe) Fabrizio Meloni (Clarinetto).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza