cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 07:06
Temi caldi

Roma: la ricerca, contrastare declino con innovazione e lavoro

09 maggio 2016 | 12.27
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Alla vigilia delle elezioni del sindaco della Capitale, i sindacati Cgil Cisl e Uil di Roma hanno commissionato una ricerca alla Rur che è stata presentata oggi. Per invertire la tendenza al declino, si legge nello studio coordinato dal sociologo Giuseppe Roma che è anche segretario generale della Rur, occorre considerare "cinque strategie prioritarie che tendono essenzialmente a ridare spinta al motore vitale della città sia sul piano del lavoro e del sistema produttivo, che delle condizioni sociali e territoriali".

Il primo punto indicato dalla ricerca è "puntare su innovazione e apertura internazionale indispensabile per irrobustire il tessuto imprenditoriale high tech, attraverso meccanismi di raccordo leggeri ma efficaci fra ricerca e produzione, incentivando le relazioni e gli investimenti internazionali". Poi occorre "promuovere la rigenerazione urbana attraverso il massimo contenimento nel consumo di suolo, la riqualificazione urbanistica, la riqualificazione diffusa e la smart rurality".

La terza priorità strategica è "modernizzare il sistema di accoglienza turistico-culturale attraverso una rinnovata attenzione verso la creatività, una più elevata qualità dell’offerta, la valorizzazione del patrimonio culturale meno frequentato, localizzato anche in periferia".

Al quarto punto per Roma, la ricerca Rur indica "incentivare l’efficienza della macchina pubblica con una maggiore responsabilizzazione dei municipi, la riforma delle aziende di servizi locali, una semplificazione procedurale, un rigoroso impegno della dirigenza pubblica, l’apertura a forme di partecipazione e integrazione sul territorio fondamentali per razionalizzarne l’utilizzo e contrastarne la degradazione".

Infine, è necessario "integrare il welfare locale in modo da conservare i livelli di protezione e promozione sociale anche in presenza di una domanda crescente, attraverso un miglior utilizzo delle risorse impiegate dai cittadini e minori sprechi nell’organizzazione pubblica, una fattiva cooperazione fra assistenza territoriale, politiche di protezione e inclusione sociale, e offerta sanitaria".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza