cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Roma: minaccia convivente con mannaia e dà fuoco a portone, arrestato

10 novembre 2015 | 13.16
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto)

Dopo aver litigato con la sua convivente che non voleva dargli ancora soldi per acquistare la cocaina, l'ha minacciata con una mannaia da cucina e ha poi dato fuoco al portone di casa. E' successo a Roma, nella zona del Casilino, dove la polizia ha arrestato un uomo di 40 anni, romano. Secondo quanto emerso dalle indagini, l'episodio è solo l'ultimo di una serie di violenze quotidiane che la donna era costretta a subire dal suo compagno. Dopo l'ennesima lite, il 40enne è passato alle vie di fatto, minacciandola di morte con una mannaia da cucina, scagliandola contro lo specchio della camera da letto.

Lei, sua coetanea, stanca di elargire denaro, ha cercato di difendersi chiudendosi in casa, non appena il convivente si è allontanato per procurarsi la droga. Ma non è stato sufficiente. Al ritorno, l’uomo ha capito di essere stato chiuso fuori. Quindi ha prima tentato di sfondare la porta a spallate e dopo ha cercato di scardinarla con un 'frullino' da muratore.

Non essendo riuscito nella sua impresa, il 40enne ha gettato dell’acetone alla base della porta per poi incendiarla. Nel frattempo la vittima, terrorizzata all’interno della sua abitazione, è riuscita a trovare un secondo cellulare in casa, dato che il suo, poco prima, era stato lanciato contro il muro dal compagno, e a chiamare il 113. Giunti sul posto, gli agenti del Reparto Volanti hanno immediatamente fermato e bloccato l’uomo, che stava tentando di allontanarsi dallo stabile. Accompagnato negli uffici di polizia è stato arrestato per estorsione e maltrattamenti in famiglia.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza