cerca CERCA
Sabato 24 Settembre 2022
Aggiornato: 16:56
Temi caldi

Russia contro Guerini, Italia difende ministro

19 marzo 2022 | 16.54
LETTURA: 4 minuti

Il titolare della Difesa definito da Mosca "uno dei principali 'falchi' e ispiratori della campagna antirussa nel governo italiano"

alternate text
(Fotogramma/Ipa)

Il mondo politico fa quadrato attorno al ministro Lorenzo Guerini, dopo il duro attacco di Mosca al governo italiano e al titolare della Difesa. Dopo avere minacciato "conseguenze irreversibili" nel caso di un inasprimento delle sanzioni per la guerra in Ucraina con l'invasione della Russia, il direttore del Primo dipartimento europeo del ministero degli Esteri russo, Alexei Paramonov, nella stessa intervista a Ria Novosti punta il dito contro il ministro italiano, accusato di essere un 'falco' antirusso. Paramonov ricorda l'aiuto fornito dalla Russia all'Italia nel 2020, in piena emergenza pandemica: "All'Italia è stata fornita un'assistenza significativa attraverso il ministero della Difesa, il ministero dell'Industria e Commercio e il ministero della Salute della Russia. A proposito - afferma - una richiesta di assistenza alla parte russa fu inviata allora anche dal ministro della Difesa italiano Lorenzo Guerini, che oggi è uno dei principali 'falchi' e ispiratori della campagna antirussa nel governo italiano".

La reazione dell'Italia è immediata e a più voci. "Esprimo piena solidarietà al ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, vittima di attacchi da parte del Governo russo. Il paragone tra l’invasione dell’Ucraina e la crisi pandemica in Italia è particolarmente odioso e inaccettabile" afferma il presidente del Consiglio, Mario Draghi. "Il ministro Guerini e le Forze Armate - aggiunge il premier - sono in prima linea per difendere la sicurezza e la libertà degli italiani. A loro va il più sentito ringraziamento del Governo e mio personale".

"Le continue e ripetute provocazioni delle autorità russe al governo italiano, compresa quella a Lorenzo Guerini, non ci meravigliano più - afferma su Twitter il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio - Il governo russo, invece di trascorrere le giornate minacciando, fermi la guerra in Ucraina che sta causando la morte di civili innocenti".

L'Italia e il ministro Guerini non si faranno intimidire dalle nuove dichiarazioni minacciose di Mosca, che deve comprendere che il gas e il petrolio russi non sono al di sopra della "violenza e dell'aggressione" contro l'Ucraina. Lo dice in un'intervista all'Adnkronos il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova . Dalla disinformazione e dalla propaganda che segnano "la continuità tra l'Unione Sovietica e Vladimir Putin" si è passati a un messaggio esplicito, "che non credo funzionerà come intimidazione nei confronti di un ministro con le idee molto chiare come Guerini". Il sottosegretario legge nelle minacce di oggi "il segno che la Russia si deve acconciare a fronteggiare una reazione non prevista dal punto di vista militare in Ucraina, dal punto di vista economico con le sanzioni adottate all'unanimità e dal punto di vista militare con un fronte compatto e unitario, che vede coinvolti tutti i Paesi democratici". Non solo. "I russi pensavano che il gas e i nostri rapporti politici - sostiene Della Vedova, ricordando la visita del 2019 di Putin a Roma, circondato da "un allure di grande leader" - fossero così solidi da superare anche questa violenza e aggressione".

"Il Ministro Lorenzo Guerini oggetto di farneticanti attacchi da parte del Ministero degli Esteri di #Mosca. Impressiona soprattutto l’uso strumentale delle drammatiche vicende del Covid, piegate a bieca propaganda di guerra. Il sostegno di tutti noi è ancora più convinto. Forza!" twitta il segretario del Pd, Enrico Letta.

“Piena solidarietà al ministro Lorenzo Guerini, oggetto di farneticanti e del tutto immotivate accuse da parte del ministero degli Esteri di Mosca. La Russia con l’aggressione alla Ucraina ha compromesso la sua reputazione internazionale, violato i principi di legalità internazionale, minacciando la pace e la stabilità in Europa. Il ministro Lorenzo Guerini esprime le posizioni approvate alla unanimità dal Parlamento italiano” dichiara il presidente del Copasir, senatore Adolfo Urso, evidenziando come “cresce nel Paese ogni giorno di più lo sdegno e la condanna per le atrocità commesse dalle Forze armate russe nei confronti della popolazione ucraina”.

"Nella roulette russa delle offese e dei target è finito anche il ministro della Difesa Lorenzo Guerini al quale va la mia incondizionata solidarietà. Da Mosca giungono parole gravi e prive di ogni fondamento che mettono ancora di più in risalto una evidente spaccatura interna della Russia” afferma il sottosegretario alla Difesa e deputato di Forza Italia Giorgio Mulè che bolla come "parole sconsiderate" quelle arrivate da Mosca contro l'Italia e il ministro della Difesa. L’esponente di governo aggiunge: “Ciò che occorre sottolineare è che il ministro Guerini rappresenta l’Italia, agisce per dare attuazione a direttive di governo e del Parlamento. Per questo sa che accanto a lui c’è il Paese”.

“Sono inaccettabili le minacce fatte da Mosca al ministro Lorenzo Guerini al quale diamo la nostra incondizionata solidarietà. Le parole che gli sono state rivolte sono gravi e le condanniamo con fermezza. Il ministro alla Difesa Guerini rappresenta e agisce per conto del nostro Governo e Paese e, a lui, va tutto il nostro appoggio in questo momento così drammatico e delicato” scrive su Twitter il presidente della Liguria e cofondatore di Coraggio Italia, Giovanni Toti.

"L'Italia è fortunata ad avere un ministro saggio e credibile come Lorenzo Guerini. Io sto con Lorenzo, io sto con l'Italia" scrive su Facebook il leader di Iv Matteo Renzi.

"Respingiamo con sdegno gli attacchi al ministro della Difesa italiano, pretestuosi, ingiuriosi e falsi - afferma il presidente di Noi con l'Italia e vicepresidente del gruppo Misto alla Camera Maurizio Lupi - Lorenzo Guerini, persona equilibrata e di buon senso, si sta adoperando, come tutto il governo italiano, per una soluzione che riporti la pace in Ucraina, nel rispetto dei valori di libertà e democrazia e del diritto internazionale. Al ministro Guerini va la mia solidarietà personale e del gruppo intero".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza