cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 20:16
Temi caldi

Sicilia, incendio su resort: turisti evacuati via mare

12 luglio 2017 | 17.10
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(da Twitter /Vigili del Fuoco)

Novecento persone sono state evacuate dal villaggio di Calampiso a San Vito Lo Capo (Trapani) dove le fiamme sono a ridosso della struttura turistica. Il sindaco Matteo Rizzo ha aperto le scuole per dare riparo ai tanti turisti che si trovavano nella struttura. Sul posto è in azione un Canadair.

"Stiamo evacuando circa 700-800 turisti via mare e via terra. E' una situazione eccezionale e abbiamo attivato la Protezione civile. Siamo al lavoro per dare loro la massima assistenza perché con ogni probabilità non potranno rientrare stanotte nel villaggio" dice all'AdnKronos Rizzo.

Sul posto stanno operando i vigili del fuoco, i forestali, personale della Protezione civile, ma anche carabinieri e uomini della Capitaneria di porto, oltre al canadair. I turisti saranno ospitati in strutture comunali e in alcune scuole individuate dal sindaco. Non si registrano al momento feriti.

Dal primo cittadino arriva anche un appello. "Chiunque sia in possesso di imbarcazioni sicure e affidabili si rechi urgentemente presso il villaggio Calampiso per aiutarci a evacuare circa 700 persone dal villaggio!!! È urgentissimo" ha scritto sulla sua pagina Facebook.

125 INCENDI - Sono 125 in questo momento, secondo i dati forniti dalla Protezione civile regionale, gli incendi che stanno minacciando la Sicilia. I roghi più grossi stanno interessando le zone di Priolo, Catania e San Mauro Castelverde (Palermo), oltre a quello a San Vito Lo Capo.

LA TESTIMONIANZA - "Abbiamo vissuto momenti drammatici, io ero con la mia nipotina, quando ci hanno gridato di lasciare subito il villaggio turistico. Ho cercato di non farmi prendere dal panico. Ho visto persone che piangevano. Soprattutto le donne sole con i figli, perché i mariti erano al lavoro. La situazione è tornata alla calma solo dopo che ci hanno portato via dal mare con i pescherecci e i gommoni". E' la testimonianza di Ferruccio Donato, un pensionato che era in vacanza con la nipotina al villaggio Calampiso lambito dalle fiamme.

Oltre ottocento turisti sono stati portati via dal mare grazie all'aiuto dei pescatori e di proprietari di barche. "Stamattina si vedevano lingue i fuoco da lontano, alle nostre spalle, ma eravamo abbastanza tranquilli - racconta il turista originario di Palermo -. Facevamo il bagno con calma, in piscina. Poi è arrivato il primo Canadair ed è andato via".

IL VENTO CHE CAMBIA - "Verso le 13 - continua - il fuoco è ripartito e verso le 15 è tornato il Canadair. A quel punto ci hanno convocato in zona piscina e ci hanno detto che potevamo stare lì. Ma all'improvviso è cambiato il vento ed è successo l'inferno. Il fuoco ha cominciato a lambire il villaggio, e così siamo stati evacuati dalla spiaggia. Adesso ci troviamo alla scuola elementare di San Vito in attesa di capire cosa fare. L'importante è essere in salvo".

Il signor Donato racconta anche che gli uomini hanno aiutato "soprattutto i bambini e le donne". Ma si dice "molto rammaricato" perché un gruppo di giovani "ha iniziato a scavalcare le persone più deboli pur di scappare e per questo motivo sono molto dispiaciuto. In questi momenti non può prevalere l'egosimo".

IL VILLAGGIO TURISTICO - "Tutti gli ospiti del nostro villaggio stanno bene e sono stati evacuati a San Vito Lo Capo. L'incendio è ormai quasi del tutto domato e aspettiamo il nulla osta delle autorità per riportare tutti al villaggio, dove potranno continuare a godersi la propria vacanza. Un vivo ringraziamento a tutto il personale dello Stato e ai tanti volontari che si sono messi subito a disposizione". Le rassicurazioni arrivano dalla direzione del villaggio Calampiso.

Ma al momento non è ancora possibile rientrare: il Comando provinciale dei vigili del fuoco, infatti, ha accertato che non sussistevano le condizioni di sicurezza. Molti hanno deciso così di interrompere la vacanza. Lo fa sapere la Prefettura di Trapani dove è stata attivata l'unità di crisi per il coordinamento delle operazioni di spegnimento del rogo divampato in località Sauci Piccolo e Sauci Grande a San Vito Lo Capo, che si sono rivelate "complesse e articolate".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza