cerca CERCA
Giovedì 19 Maggio 2022
Aggiornato: 18:20
Temi caldi

Tennis: Seppi rialza l'ItalDavis, Barazzutti sorride

06 marzo 2015 | 15.12
LETTURA: 3 minuti

Bolelli apre la sfida per il primo turno ad Astana perdendo contro Kukushkin, l'altoatesino rimedia battendo Golubev in 4 set. Capitan Barazzutti sorride: "Un buon risultato, siamo in corsa e questa è la cosa più importante". Tocca al doppio: Bolelli o Lorenzi accanto a Fognini

alternate text
Andreas Seppi (foto Xinhua) - XINHUA

"Un buon risultato". Corrado Barazzutti, capitano dell'Italtennis, sorride archiviando l'1-1 con cui gli azzurri hanno chiuso la prima giornata della sfida del primo turno di Coppa Davis in casa del Kazakistan. Mikhail Kukushkin ha sconfitto Simone Bolelli per 7-6 (8-6), 6-1, 6-2, poi Andreas Seppi ha battuto Andrey Golubev 6-3, 6-3, 6-7 (5-7), 6-2 pareggiando i conti sul cemento indoor del National Tennis Center.

"E' un risultato buono -dice Barazzutti-. Giochiamo in trasferta contro una formazione che qui ad Astana ha sempre fatto molto bene contro chiunque. Siamo in corsa ed è la cosa più importante. Seppi ha battuto Golubev giocando molto bene, come mi aspettavo del resto. Bolelli probabilmente contro Kukushkin poteva servire meglio, si spiega così la sconfitta. Fino a quando ha servito bene, come nel primo set e poi all'inizio del secondo, c'è stata partita, il match era in equilibrio".

"Il primo infatti l'ha perso al tie break dopo aver rimontato un break di svantaggio e aver avuto due set point. Kukushkin è molto consistente da dietro, un buon giocatore. Per quale motivo i kazaki sono così forti in Davis? Sono estremamente motivati quando giocano per la loro nazionale e in più in casa hanno a disposizione un tipo di superficie che si adatta perfettamente alle loro caratteristiche", aggiunge il capitano.

Seppi ha provveduto a raddrizzare la situazione. "Entrare in campo sotto uno a zero non è semplice -dice l'altoatesino- ma ero abbastanza tranquillo". Sugli spalti, d'altra parte, la temuta bolgia non si è vista. Assente il presidente kazako Nursultan Nazarbayev, i 3000 spettatori non hanno creato un ambiente particolarmente caldo. Seppi, dopo aver battuto Golubev, è stato sommerso da ragazzini festanti che gli chiedevano l'autografo.

Ora tocca al doppio. Il Kazakistan schiera Golubev e Aleksandr Nedovyesov, capaci di battere lo scorso aprile a Ginevra gli svizzeri Roger Federer e Stanislas Wawrinka. Barazzutti può scegliere: accanto a Fognini potrebbe impiegare Paolo Lorenzi oppure proporre Bolelli, per puntare sulla coppia capace di vincere goi Australian Open. "I kazaki hanno un ottimo team, ma lo stesso vale per noi. Sarà una bella sfida, dura come sempre accade in Coppa Davis. Al 50 per cento".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza