cerca CERCA
Sabato 04 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:12
Temi caldi

Serbia, ancora scontri. Vucic si scaglia contro "hooligan criminali"

09 luglio 2020 | 16.20
LETTURA: 1 minuti

Il presidente serbo ha definito "fascisti" i fomentatori delle proteste

alternate text
(Afp)

Punta il dito contro "hooligan criminali" il presidente serbo Aleksandar Vucic, accusandoli di aver guidato i disordini scoppiati negli ultimi giorni a Belgrado e Novi Sad dopo la decisione, poi ritirata, di imporre il coprifuoco per tutto il fine settimana nel Paese dei Balcani.

"Vi ho promesso che riusciremo a proteggere la pace e la stabilità nonostante i violenti attacchi di hooligan criminali che scioccano tutti noi", ha dichiarato Vucic in un video-messaggio registrato durante il suo viaggio per Parigi, dove ha in programma un incontro con il suo omologo francese, Emmanuel Macron. Vucic, citato dalla tv pubblica serba 'Rts', ha definito "fascisti" i fomentatori delle proteste. "Arrenderci non è mai stata un'opzione - ha aggiunto - la Serbia vincerà".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza