cerca CERCA
Mercoledì 03 Marzo 2021
Aggiornato: 16:49
Temi caldi

Sgarbi a Conte: "Si dimetta e vada in Cina"

18 gennaio 2021 | 20.15
LETTURA: 1 minuti

"Abbiamo perso tutto: la libertà, la scuola, il lavoro, abbiamo chiuso i cinema, i teatri, i ristoranti, i musei"

alternate text
(Fotogramma)
(Adnkronos)

"Abbiamo perso tutto: la libertà, la scuola, il lavoro, abbiamo chiuso i cinema, i teatri, i ristoranti, i musei. Non è una crisi al buio, è una crisi in piena luce". Lo ha detto Vittorio Sgarbi, intervenendo in Aula alla Camera. "Lei ha perso la protezione del suo padrino che lo ha sfiduciato: Zingaretti non la voleva. Lei non è indispensabile, non è stato eletto, dunque sia onesto e responsabile: si dimetta e vada in Cina". La situazione attuale "ha qualcosa di drammatico e di ridicolo". Vittorio Sgarbi in aula alla Camera dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte ricorda che "chi ha voluto questo governo, Renzi, non lo vuole più" mentre "chi non lo voleva, Zingaretti, adesso lo vuole". "Non è un paradosso? Lei rimane e l'Italia se ne va", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza