cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 12:38
Temi caldi

Siria: in centinaia tornano a Homs, distrutta dopo due anni di assedio

10 maggio 2014 | 17.00
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - Centinaia di siriani sono tornati nella città di Homs, distrutta dopo due anni di assedio. Uno scenario apocalittico quello che si è presentato agli occhi dei vecchi abitanti, tornati nella città fanstasma dopo che l'esercito siriano ne ha ripreso il controllo nei giorni scorsi. Durante gli anni di pesanti combattimenti, le strade e le case della città da cui partita la 'rivoluzione' contro il regime di Bashar Assad, sono state ridotte in macerie. Le truppe governative, incapaci di riprendere il controllo della città via terra, hanno espugnato l'enclave dei ribelli dall'alto.

Dopo l'accordo raggiunto questa settimana il governo ha assunto il controllo dei vecchi quartieri, permettendo ai 2000 ribelli di scappare nelle altre città controllate dagli insorti e 300 di loro hanno lasciato Homs a bordo di autobus pubblici. Talal Barazi, il governatore di Homs, ha detto che unità di ingegneri hanno setacciato Hamidiyeh e altri quartieri per cercare mine e altri esplosivi. La tv di stato ha raccontato che due soldati sono rimasti uccisi mentre disinnescavano una bomba. Le truppe hanno trovato due ospedali da campo nel quartiere di Bab Houd e Qarabis, ed anche una rete di tunnel sotterranei che collegavano i distretti della città e la campagna. (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza