cerca CERCA
Mercoledì 06 Luglio 2022
Aggiornato: 17:08
Temi caldi

Siria: Osservatorio siriano, nessun indizio concreto morte padre Dall'Oglio

26 maggio 2014 | 15.13
LETTURA: 2 minuti

alternate text

(Aki) - "Non vi e' alcun indizio concreto dell'uccisione di padre Paolo Dall'Oglio". E' quanto dichiara ad Aki-Adnkronos International Rami Abdel Rahman, presidente dell'Osservatorio siriano per i diritti umani, un'organizzazione vicina all'opposizione siriana con sede a Londra. Le ultime informazioni avute dall'Osservatorio mostravano che il gesuita, rapito lo scorso luglio da militanti dello Stato islamico in Iraq e nel Levante, "era ancora vivo e i suoi sequestratori volevano aprire dei canali per negoziare il suo rilascio", aggiunge Abdel Rahman.

"Lo scorso agosto abbiamo trasmesso informazioni di Abu Muhammad al-Suri (il disertore dello Stato islamico che avrebbe assistito all'uccisione del gesuita, ndr), le stesse riferite dalla Lega siriana per i diritti umani, il quale ci aveva detto che padre Paolo era stato ucciso dai combattenti dello Stato islamico dopo essere scomparso il 29 luglio, e diffondemmo un comunicato in tal senso", spiega il presidente dell'Osservatorio. "Il giorno seguente - prosegue - abbiamo ritirato la notizia e trasmesso la conferma, avuta da elementi vicini allo Stato islamico, che padre Paolo era ancora vivo, ma nessuna delle due fonti ci ha fornito alcun indizio concreto a sostegno di quanto dichiarato". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza