cerca CERCA
Domenica 05 Dicembre 2021
Aggiornato: 19:01
Temi caldi

Siria: Pkk torna in Turchia, riprenderemo lotta armata per Kobane

11 ottobre 2014 | 14.24
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Il Pkk è tornato a dispiegare suoi miliziani in Turchia e riprenderà la lotta armata se continuerà l'uccisione di curdi da parte dello Stato islamico (Is) nella città siriana di Kobane. Lo ha annunciato uno dei leader dell'organizzazione, Cemil Bayik, sottolineando il suo pessimismo circa i colloqui tra il Pkk e il governo di Ankara. ''Se i combattimenti continuano in questo modo, i guerriglieri (del Pkk, ndr) combatteranno per difendere il nostro popolo. Il principale compito dei guerriglieri è di difendere la popolazione'', ha detto Bayik.

Nel maggio del 2013 un gruppo di militanti del Pkk aveva dato il via a un ritiro simbolico dalla Turchia nell'ambito dei negoziati mirati a risolvere la questione curda. ''Siccome il governo continua a dispiegare soldati nell'est e nel sudest, abbiamo deciso di agire'', ha detto l'esponente del Pkk definendo ''una dichiarazione di guerra'' contro i militanti curdi la mozione approvata dal Parlamento turco con cui si autorizza l'invio di truppe in Siria e in Iraq per combattere lo Stato islamico.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza