Cerca

Limite ai contanti, cosa cambia

ECONOMIA
Limite ai contanti, cosa cambia

(Fotogramma)

Limiti al contante, si cambia. "Dal primo luglio la soglia per l'utilizzo viene ridotta a 1.999,99 euro limiti che scenderanno a mille il primo gennaio 2022" spiega all'Adnkronos la commercialista Rossella Moroni. "Il nuovo tetto comporta che fino a 1.999 euro è possibile dare soldi in contanti a un'altra persona o a un'azienda senza vincoli. Diverso dai 2.000 euro in su, ove per trasferire denaro da un soggetto a un altro è necessario uno strumento tracciabile, come il bonifico bancario, la carta di credito, ecc". Va precisato, aggiunge la commercialista, "che detto limite riguarda sia chi riceve il denaro, sia chi effettua il pagamento" e la limitazione "tocca anche le donazioni e i prestiti, anche se fatti tra familiari".


Si precisa anche che "dal primo luglio il pagamento in contanti per cifre superiori ai tetti previsti è vietato anche quando è effettuato con più pagamenti, inferiori alla soglia, che appaiono artificiosamente frazionati.

La normativa si compone anche di un aspetto sanzionatorio per i trasgressori con sanzioni amministrative pesanti. "Multe salatissime che andranno da un minimo di 3000 euro a un massimo di 50000 euro a seconda della gravità dell'infrazione" spiega, specificando "che nella violazione sono coinvolti entrambi gli attori, ovvero chi effettua il pagamento e chi lo riceve". Nulla varia, infine, "per i versamenti e i prelievi fatti sul proprio conto corrente in quanto non costituiscono un trasferimento di denaro tra soggetti diversi quindi non ha limiti e non incorre nelle sanzioni".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.