cerca CERCA
Giovedì 26 Maggio 2022
Aggiornato: 09:07
Temi caldi

Strage del bus in Irpinia, revisione falsa. Indagati due funzionari motorizzazione

03 maggio 2014 | 15.58
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 3 mag. - (Adnkronos/Ign) - Svolta nell'inchiesta sull'incidente del viadotto Acqualonga, in cui morirono 40 persone nel 2013. Secondo quanto rivela 'Il Mattino' ''il mezzo precipitato non aveva fatto alcuna revisione e il certificato mostrato dopo la tragedia era falso''. Per questo motivo sono indagati due funzionari della motorizzazione. I due ''avrebbero violato il sistema informatico della Motorizzazione Civile di Napoli fabbricando un falso documento che attestava la revisione del bus''. Si tratta di un uomo, funzionario tecnico della Motorizzazione civile di Napoli, incaricato delle operazioni di revisione, e di una donna ''assistente amministrativo dell'ufficio''.

E' stata una perizia grafologica a stabilire la non autenticità del certificato che affermava l'avvenuta revisione del bus. Il certificato, mostrato dopo la tragedia e che attestava una revisione del mezzo risalente a marzo 2013, aveva attirato l'attenzione dei pm in quanto privo della richiesta della ditta e della ricevuta di versamento della tassa governativa, facendo così supporre che fosse stato compilato successivamente al marzo 2013. La perizia ha quindi accertato la falsificazione del documento. Sarebbe inoltre emersa un'altra revisione sospetta di un mezzo della stessa ditta.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza