cerca CERCA
Lunedì 27 Marzo 2023
Aggiornato: 17:58
Temi caldi

Teatro, nel XXX Compagnia Castalia in scena 'Le Nuvole' di Aristofane

14 marzo 2023 | 20.58
LETTURA: 2 minuti

Lo spettacolo sarà a Roma al Teatro Arcobaleno, dal 17 marzo al 2 aprile, firmato dall'attore, regista e drammaturgo Vincenzo Zingaro alla guida del Centro Stabile del Classico

alternate text
Una delle maschere firmate dall'artista Rino Carboni che indosseranno gli attori della compagnia Castalia per 'Le Nuvole' di Aristofane firmate Vincenzo Zingaro

Nel trentennale della nascita della Compagnia Castalia, fondata e diretta da Vincenzo Zingaro, in scena dal 17 marzo al 2 aprile al Teatro Arcobaleno di Roma (Centro Stabile del Classico), la storica edizione de 'Le Nuvole' di Aristofane, inserita dall’Università di Roma 'La Sapienza' nel progetto internazionale 'Il Teatro Classico Oggi'. Lo spettacolo inaugurò, nel 1992, l’inizio dell’importante percorso di rivisitazione del Teatro Classico che il noto regista, attore e drammaturgo porta avanti al Teatro Arcobaleno (Centro Stabile del Classico) e in prestigiosi Festival (Ostia Antica, Taormina, Paestum, Pompei, Segesta, Ferento, Teatri di Pietra, Leuciana, Venosa, Sarsina, Formia), dando vita ad un progetto culturale unico in Italia, che ha coinvolto sino ad oggi oltre 500mila studenti.

Lo spettacolo, di grande impatto, divertente e suggestivo, avvolge gli spettatori proiettandoli nell’animato fermento culturale dell’Atene del V secolo a. C., tra satira graffiante e giocosa fantasia, offrendo motivi di riflessione su importanti temi sociali, ancora oggi fortemente attuali.

"Sono trascorsi 2400 anni dalla prima rappresentazione de 'Le nuvole' avvenuta nel 423 a.C. ed è impressionante quanto l’opera riesca a conservare intatta e attuale la forza del suo messaggio - spiega Zingaro - L’attacco contro i sofisti, dipinti da Aristofane come cialtroni, dediti a contrabbandare idee senza senso, pericolosi, in quanto capaci di attrarre i giovani con l’abilità dialettica, con la seduzione dell’effimero, allontanandoli dai valori veri, oggi potrebbe essere rivolta contro la degenerazione del sistema televisivo e dei social, che riescono ad imporre fenomeni e modelli spesso senza alcuna consistenza".

"Appare quanto mai urgente rinnovare profondamente la nostra società, offrendo ai giovani una visione positiva e costruttiva del futuro, lontano dalle scorciatoie - aggiunge Zingaro - facendoli sentire parte di una collettività, in cui le azioni del singolo hanno un peso determinante per il bene e lo sviluppo comune. Anche questo invito ci viene dai Greci". Lo spettacolo si avvarrà delle splendide maschere, create per l'occasione da Rino Carboni, maestro del trucco e degli effetti speciali nel cinema legato a Federico Fellini.

Il 16 marzo (ore 18), presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, Vincenzo Zingaro verrà insignito di un riconoscimento istituzionale. Attesi, con un messaggio di saluto, il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano, il sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi, Federico Mollicone, presidente della Commissione Cultura alla Camera dei Deputati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza