cerca CERCA
Martedì 30 Novembre 2021
Aggiornato: 23:32
Temi caldi

Iraq: Site, kamikaze Is su tre autobombe contro guardie al confine giordano

25 aprile 2015 | 14.59
LETTURA: 2 minuti

L'attacco condotto contro le guardie di frontiera rivendicato dallo Stato Islamico su Twitter. I tre terroristi erano di nazionalità francese, belga e senegalese. Chiuso il valico

alternate text

C'è lo Stato Islamico (Is) dietro le tre autobomba guidate da altrettanti kamikaze che oggi sono saltate in aria contro le forze della sicurezza irachena al valico di Trebil, l'unico al confine con la Giordania. Nell'attentato sono rimaste uccise almeno 15 guardie irachene di frontiera mentre 22 sono rimaste ferite. Le autorità giordane hanno riferito di aver ''ricevuto molti feriti, alcuni dei quali in gravi condizioni''. Lo Stato Islamico (Is) ha rivendicato su Twitter l'attentato secondo quanto riferisce il sito di intelligence statunitense Site. ''In un comunicato diffuso su Twitter il 25 aprile del 2015, l'Is della provincia di al-Anbar ha identificato i tre attentatori come Abu Abdullah al-Beljiki, Abu Bakr al-Firansi e Abu Jafar al-Senegali, affermando che hanno ucciso almeno quaranta soldati'', riferisce.

I tre kamikaze che si sono fatti esplodere contro gli uomini della sicurezza irachena erano di nazionalità belga, francese e senegalese. .

Al momento, il portavoce del ministero degli Interni iracheno, Saad Maan, ha confermato la presenza di vittime nell'attentato, ma ha precisato che non è in grado di fornire numeri.

Subito dopo l'attentato le autorità giordane hanno chiuso il valico di frontiera di Trebil, che si trova in una zona desertica della provincia occidentale di al-Anbar. Qui si sono ultimamente intensificati gli scontri tra le forze della sicurezza irachena e i jihadisti dello Stato Islamico (Is).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza