cerca CERCA
Lunedì 03 Ottobre 2022
Aggiornato: 00:12
Temi caldi

Usa: Sony annulla distribuzione del film "The interview"

18 dicembre 2014 | 09.13
LETTURA: 3 minuti

La decisione dopo che minacce sul web di attacchi terroristici hanno spinto le principali catene di cinema Usa a cancellare la proiezione del film. Sony è vittima di cyber attacchi dal 24 novembre. Il film è una commedia satirica su un complotto della Cia per assassinare il leader nordcoreano Kim Jong un. Annullata la prima di 'The Interview' a New York. Romney: "Fatelo vedere gratis on line"

alternate text
Anteprima a Los Angeles del film The interview. - (INFOPHOTO)

La Sony Pictures Entertainment ha annullato la prevista distribuzione del film The interview, dopo che minacce "in stile 11 settembre 2001" hanno spinto le principali catene di cinema americani ad annullare la proiezione della pellicola, originariamente attesa nelle sale il 25 dicembre. "Siamo profondamente addolorati per questo sfacciato sforzo di impedire la distribuzione di un film, che danneggia la nostra compagnia, i nostri impiegati e il pubblico americano", si legge in un comunicato della Sony.

Il film, una commedia satirica su un complotto della Cia per assassinare il leader nordcoreano Kim Jong un, è stato al centro di una bufera da quando la Sony è stata colpita il 24 novembre da un attacco di hacker che hanno fra l'altro diffuso dati sensibili e mail private dei dipendenti della Sony, alcune delle quali contenenti commenti imbarazzanti su star del cinema e il presidente americano Barack Obama. A questo si sono poi aggiunte minacce sul web di perpetrare attacchi terroristici.

L'intelligence americana, rivela il New York Times, ritiene che dietro il cyber attacco dei sedicenti "Guardiani della Pace" ci sia la Corea del Nord, ma la Casa Bianca sta ancora valutando se rendere pubblica l'accusa e in che forma. Pyongyang nega il suo coinvolgimento, ma definisce il film "un atto di guerra". In un'intervista televisiva rilasciata prima della cancellazione della Sony, Obama ha affermato che gli Stati Uniti prendono sul serio il cyber attacco, aggiungendo che la gente non dovrebbe evitare di andare a vedere il film.

Alla Sony Pictures è stato rivolto un appello da Mitt Romney, ex governatore del Massachusetts e candidato repubblicano alle elezioni presidenziali americane del 2012: "Non nasconderti - ha detto - ma lotta. Distribuisci The Interview gratis e on line".

Intanto, a New York, la première del film è stata cancellata dai cinema. L'annuncio è stato dato dal portavoce della catena Landmark, che avrebbe dovuto ospitare una delle proiezioni, senza dare però le motivazioni. Anche la Carmike Cinemas, che gestisce 278 sale negli Usa, ha annullato la programmazione del film mentre Tom Stephenson, amministratore delegato di Look Cinemas, ha fatto sapere che "se potremo, ve lo mostreremo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza