cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 19:56
Temi caldi

Piemonte: su Ebay il borgo Gilli in Val Chisone, 180mila euro per 8 immobili

02 febbraio 2015 | 17.27
LETTURA: 4 minuti

Otto fabbricati rurali per circa 700 metri quadrati da ristrutturare e 7.500 metri quadrati di terreno a bosco verso il fondovalle (Fotogallery). Nel luglio scorso pioggia di richieste per Calsazio in Valle Orco e Lunella in Val di Lanzo

alternate text
Borgo Gilli (Uncem)

Dopo Calsazio in Valle Orco e Lunella in Val di Lanzo, un altro borgo alpino piemontese è acquistabile on line su Ebay. Si tratta di Gilli, tra Perosa e Pomaretto, in val Chisone, interamente da recuperare a fini abitativi, agriturismo, bed&breakfast e ristorazione. Si tratta di otto fabbricati rurali con sviluppo totale di circa 700 metri quadrati interamente da ristrutturare, corte pianeggiante interna, strada di accesso privata, circa 7500 metri quadrati di terreno a bosco verso il fondovalle per un costo complessivo di 180mila euro.

L’annuncio è stato inserito su Ebay da Giovanni Piavento, geometra di Settimo Torinese che ha voluto con Uncem rilanciare il programma 'Borghi Alpini', sul quale da due anni e mezzo è impegnata la delegazione piemontese dei Comuni delle comunità e degli enti montani con l'obiettivo di favorire la valorizzazione di 5000 immobili e borghi (dalle cinque alle cinquanta case) completamente abbandonati nelle Terre Alte del Piemonte.

''La montagna che si è spopolata negli ultimi quarant’anni – spiega Marco Bussone, coordinatore per Uncem del programma Borghi Alpini – ha lasciato questo patrimonio immenso che oggi deve essere valorizzato. Per questo abbiamo voluto aiutare i Comuni e i privati proprietari nell’individuare nuovi percorsi di promozione, attirando investimenti e agevolando l’uso di fondi europei per la rivitalizzazione. Anche Gilli può essere oggetto di questo recupero. E ha già il sigillo dei 'Borghi alpini', marchio voluto da Uncem che identifica finora 80 borghi piemontesi dove i Comuni e i cittadini hanno avviato progetti di rivitalizzazione per favorire sviluppo economico e nuova imprenditoria, nel campo dell’agricoltura, del turismo, dell’artigianato anche dei green e smart jobs.

''Da tempo ho ricevuto dai proprietari degli otto immobili a Gilli l’incarico di vendere il borgo - spiega il geometra Piavento - e poichè i canali tradizionali, locali, sono saturi ho stretto un accordo con Uncem per individuarne nuovi. EBay, strada che Uncem ha già individuato, può aprire nuovi mercati del real estate, anche in montagna e per intanto mettiamo a disposizione dell’acquirente i rilievi e i progetti del borgo trasformato che torna a vivere dicendo loro 'ecco come il borgo diventerà'. È un impegno concreto. Una sfida che vogliamo vincere''.

''Per Calsazio e Lunella – conclude Bussone – il lavoro di analisi delle oltre 200 proposte di acquisto arrivate sta proseguendo. L’alto grado di innovazione della proposta e l’altissimo numero di risposte ricevute richiedono un grande impegno.

''Dall’attenzione per i 'Borghi alpini'di imprese, privati, università, investitori, Comuni – spiega il presidente Uncem Piemonte Lido Riba - è evidente che serve un impegno istituzionale della Regione mettendo la rivitalizzazione dei borghi al centro delle politiche di sviluppo dei prossimi cinque anni e rifinanziando, con le risorse europee del Psr, il recupero delle borgate''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza