cerca CERCA
Domenica 13 Giugno 2021
Aggiornato: 22:51
Temi caldi

Scacchi: un pezzo di Veneto alle Olimpiadi in Norvegia

30 luglio 2014 | 15.26
LETTURA: 4 minuti

Il top player del team azzurro, il 22enne Fabiano Caruana, numero tre al mondo, milita in un club di Padova e si è guadagnato l'appellativo di Gran Maestro a soli 14 anni

alternate text
(Infophoto)

L'Italia si prepara a scendere in campo alle Olimpiadi di Scacchi: evento biennale, che vede sfidarsi i più grandi campioni del mondo, che quest'anno è ospitato a Tromsø in Norvegia. Si tratta della 41esima edizione dove gli azzurri puntano a cogliere il miglior risultato di sempre. Le squadre da cui gli azzurri dovranno guardarsi oggi sono l'Armenia, che difende il titolo conquistato nel 2012, e che schiera il player numero due al mondo Levon Aronian.

E in Norvegia e' pronto a sbarcare anche un pezzo di Veneto: il top player del team azzurro, il 22enne Fabiano Caruana, numero tre al mondo, infatti milita nel team campione d'Italia, 'Obiettivo Risarcimento Padova'; nato a Miami (Florida) da genitori italiani vanta la doppia cittadinanza ed è il più giovane scacchista italiano ad essersi guadagnato l'appellativo di Gran Maestro a soli 14 anni.

In partenza per la Norvegia il Presidente della Fsi, la Federazione Scacchistica Italiana, Gianpietro Pagnoncelli sottolinea: "per queste Olimpiadi - dice - abbiamo una squadra forte come mai. Per la prima volta il team maschile è composto esclusivamente da Grandi Maestri. E anche il team femminile schiera due Grandi Maestri. Sono particolarmente fiducioso: porteremo a casa un buon risultato. D'altronde l'Italia degli scacchi sta crescendo di anno in anno: abbiamo 363 società' affiliate con oltre 13mila tesserati, per non parlare degli appassionati che sono tantissimi. Per la prima volta, ed e' una buona notizia, un presidente della Fsi siede nel Consiglio Nazionale Coni. E c'è anche chi decide di investire sul nostro sport".

"In Italia c'e' interesse per questa disciplina anche grazie all'impegno dell'Europa che da due anni a questa parte promuove la diffusione degli scacchi nelle scuole dell'Unione e molti insegnanti e presidi stanno prendendo molto seriamente questo impegno. Stiamo lavorando anche con il Miur affinché vi possa essere un coordinamento centrale. E il risultato norvegese per noi sarà' strategico anche per la ricaduta a livello nazionale", spiega.

''Dopo tante soddisfazioni con la nostra squadra veneta non potevamo esimerci, quando ce ne è stata data l'opportunità, di sostenere concretamente questa sfida Olimpica con la Federazione Scacchistica Italiana; possibilità di fare bene? E' presto detto: oggi - dicono Paolo e Roberto Simioni, Presidente e Amministratore Delegato, di Obiettivo Risarcimento - esiste un buon divario di punteggio a livello di ranking mondiale tra l'attuale numero 1 Mangus Carlsen (Norvegia) e il numero 2 Levon Aronian (Armenja) ma il distacco, in termini di punti, tra le successive posizioni, fino alla settima, le differenze sono proprio ridotte ai minimi e quindi Caruana (numero tre) potrebbe ambire ad insidiare la leadership di Carlsen scalzando Aronian. Di certo ci possiamo augurare che l'Italia degli scacchi possa portare a casa più soddisfazioni rispetto all'Italia del calcio''.

Insomma una olimpiade interessante che servirà come importante test per capire lo stato di forma dei grandi big: ''gli scacchi - continuano i Simioni - sono uno sport pulito dove passione, pratica, dedizione e talento la fanno da padrona. E' questo lo sport che ci è sempre piaciuto ed è questo lo sport che riteniamo di dover promuovere: un talento come Caruana ne è il miglior rappresentante, indubbiamente, assieme a questa squadra azzurra eccellente da cui ci aspettiamo molto''.

I convocati del team maschile sono: Fabiano Caruana, Sabino Brunello, Daniele Vocaturo, Alberto David, Danyyil Dvirnyy sotto la guida del Capitano Arthur Khogan. Le convocate del team femminile sono: Olga Zimina, Marina Brunello, Elena Sedina, Tea Gueci, Roberta Messina sotto la guida del Capitano Lexy Ortega.

Undici le partite sul tavolo della nazionale: tra queste si potrebbe materializzare una super sfida tra il nostro Caruana e il Campione del Mondo norvegese Magnus Carlsen. Appuntamento a Tromsø dall'1 Agosto fino al 14 agosto per due settimane olimpiche dove non mancheranno i colpi di scena.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza