cerca CERCA
Giovedì 23 Marzo 2023
Aggiornato: 11:39
Temi caldi

Von der Leyen: "La Sicilia può diventare un Paese per giovani"

24 febbraio 2023 | 07.44
LETTURA: 2 minuti

Grazie agli investimenti e alle riforme previste dal Pnrr, la Sicilia potrà diventare un "Paese per giovani".

alternate text
Ursula von der Leyen - AFP

Grazie agli investimenti e alle riforme previste dal Pnrr, la Sicilia potrà diventare un "Paese per giovani". A sottolinearlo è la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, parlando alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico dell'Università degli Studi di Palermo. Oggi, ricorda la presidente, "un giovane su tre non lavora né studia e, tra le donne, meno di una su tre ha un impiego. E chiaro che le cose devono cambiare". 

"Ecco perché - continua - abbiamo chiamato il nostro piano per la ripresa 'NextGenerationEu': perché vogliamo un'Europa pronta per la prossima generazione. Vogliamo offrire opportunità e nuovi posti di lavoro sostenibili in tutta l'Unione. L'Italia è il principale beneficiario di questo enorme programma di investimenti, che secondo la Banca d'Italia creerà 375mila nuovi posti di lavoro nel vostro paese. Almeno il 40% del piano dell'Italia è destinato al Meridione". 

"Grazie a questi investimenti e riforme - prosegue - la Sicilia può diventare un Paese per giovani. La vostra regione vanta talenti incredibili. E ben al di sopra della media europea in termini di qualità delle pubblicazioni scientifiche, a dispetto di investimenti in ricerca e sviluppo molto inferiori alla media. E ora di investire in voi giovani".

"Proprio qui, all'università di Palermo - aggiunge von der Leyen - l'Ue finanzierà 240 nuovi posti per ricercatori e dottorandi. Uno dei vostri progetti mi sta particolarmente a cuore. State puntando molto sulla sanità, con il primo Centro italiano di ricerca sulla 'digital health prevention'. E un'ottima notizia non solo per i giovani e i futuri medici, ma per tutti i siciliani". 

NextGenerationEu, dice ancora la presidente, "sta investendo anche in un nuovo stabilimento di produzione di chip nei pressi di Catania, il primo del suo genere in Europa. Oltre a produrre processori che attualmente siamo costretti a importare da lontano, creerà anche 700 posti di lavoro altamente qualificati, come quelli per cui state studiando. Naturalmente queste iniziative devono essere accompagnate da un'offerta scolastica e di assistenza all'infanzia di qualità, che consenta alle giovani madri e ai giovani padri di conciliare lavoro e famiglia". 

"Dovremmo essere orgogliosi dei giovani che vogliono prendersi la responsabilità di crescere dei figli senza rinunciare alla carriera. Vi meritate di avere questa possibilità. Al centro di NextGenerationEu c'è tutto questo. Possiamo fare dell'Europa il luogo che sognate, perché è a voi che passerà il testimone della responsabilità. Sono certa - conclude - che ne sarete all'altezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza