cerca CERCA
Giovedì 11 Agosto 2022
Aggiornato: 18:46
Temi caldi

Cinema

Cinema: 'Youth' di Paolo Sorrentino fa incetta di candidature agli Efa

07 novembre 2015 | 15.33
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Paolo Sorrentino (foto Infophoto)

'Youth' di Paolo Sorrentino fa incetta di candidature agli Efa, gli European Film Awards. Il film ha ricevuto infatti le seguenti nominations: European film, European director: Paolo Sorrentino; European Actor Michael Caine; European Actress: Rachel Weisz; European Screenwriter: Paolo Sorrentino.

Con le sue 5 nominations, 'Youth' diventa così una delle pellicole favorite agli Europeans Film Awards. Il film, una riflessione sul passare del tempo e sul significato della gioventù era stata nominata durante il Festival del Cinema Europeo di Siviglia nella categoria 'Miglior Pellicola Europea', 'Miglior Regia' e 'Miglior Sceneggiatura'.

Altre due pellicole hanno avuto quattro nominations: la vincitrice della Mostra di Venezia dell'anno scorso, 'A pigeon sat on a branch reflecting on existence' ('Un piccione seduto su un ramo riflette sull'esistenza' dello svedese Roy Andersson), e 'The Lobster', diretta dal greco Yorgos Lanthimos. La commedia surrealista svedese sarà candidata come miglior film e miglior commedia, e Anderson competerà come miglior regista e sceneggiatore, mentre 'The Lobster', tragicommedia dell'assurdo di fantascienza, è in gara come miglior film, miglior regia, sceneggiatura e miglior attore (Colin Farrell).

La tedesca 'Victoria' ha invece avuto nomination come miglior film e miglior regia per Sebastian Schipper, miglior attrice (la spagnola Laia Costa). Costa, che è già vincitrice del premio come miglior attrice a Berlino, sarà l'unica presenza spagnola al gala che gli Efa terranno il prossimo 12 dicembre a Berlino. Nè 'La isla mínima' ni 'Magical Girl' sono entrati nelle nomination finali, nonostante siano stati tra i preselezionati.

Come migliori attori, gareggiano anche Vincent Lindon e Charlotte Rampling.

L'altra, e unica, presenza latina è quella dell'Argentina, che figura come coproduttrice nel documentario 'Dancing with Maria', diretto da Ivan Gergolet. Gli altri lavori che potranno diventare la miglior pellicola europea sono l'islandese 'Hrútar' ('Rams'), di Grímur Hákonarson, e la franco-turca 'Mustang', della debuttante Deniz Gamze Ergüven. Come miglior commedia sono in gare anche la francese "La famiglia Bélier", di Eric Lartigau, e la belga 'Dio esiste e vive a Bruxelles', diretta da Jaco Van Dormael.

Fra i registi c'è poi, oltre a Nanni Moretti per 'Mia madre', la polacca Malgorzata Szumowska per 'Cialo' ('Corpo'). L'anno scorso fu proprio una pellicola polacca, 'Ida' (diretta da Pawel Pawlikowski) a vincere il titolo di miglior film europeo. Per il premio come miglior attore sono in lizza, insieme a Caine e Farrell, Tom Courtenay, per "45anni" e il francese Vincent Lindon, che già si era distinto all'ultimo Festival di Cannes con "La legge del mercato". Quanto alla miglior interprete femminile, Costa e Weisz se la vedranno con Charlotte Rampling ('45 anni), Margherita Buy ('Mia madre') e Alicia Vikander ('Ex Machina', di Alex Garland).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza