Home . Salute . Farmaceutica . Ok Ema ad anti-Herpes zoster in over 50

Ok Ema ad anti-Herpes zoster in over 50

FARMACEUTICA
Ok Ema ad anti-Herpes zoster in over 50

Disco verde del Comitato per i farmaci ad uso umano (Chmp) dell'agenzia europea Ema, che ha raccomandato l’autorizzazione al commercio per Shingrix*, vaccino per la prevenzione del Fuoco di Sant’Antonio (Herpes Zoster) e della nevralgia post-erpetica negli adulti di età pari o superiore ai 50 anni. Lo comunica in una nota GlaxoSmithKline. Si tratta di un vaccino a subunità, non contenente virus vivo, ricombinante, adiuvato, somministrato per via intramuscolare in due dosi con un intervallo da due a sei mesi tra le dosi.

Il Fuoco di Sant’Antonio è causato dalla riattivazione del virus 'Varicella-Zoster', lo stesso che provoca la varicella. Il rischio per una persona di sviluppare l'Herpes zoster cresce sensibilmente dopo i 50 anni. Quasi tutti gli adulti over-50 hanno il virus del Fuoco di Sant’Antonio 'dormiente' nel proprio sistema nervoso, pronto a riattivarsi con l’aumentare dell’età. "Il Fuoco di Sant’Antonio è una condizione dolorosa e potenzialmente seria - ricorda Thomas Breuer, senior vice president and Chief Medical Officer di Gsk Vaccines - Il rischio di svilupparla aumenta con l'età e si stima che una persona su tre svilupperà la patologia nel corso della propria vita. Shingrix* è specificamente disegnato per superare l’indebolimento del sistema immunitario dovuto all’età e rappresenta un passo importante nella prevenzione del Fuoco di Sant’Antonio".

Si tratta del primo vaccino per l’Herpes zoster che combina un antigene non vivo, per stimolare una risposta immunitaria mirata, con un adiuvante specificamente disegnato per indurre una forte e sostenuta risposta immunitaria. L’opinione positiva del Chmp è uno dei passi finali prima dell'autorizzazione all’immissione in commercio da parte della Commissione europea. La decisione finale è prevista per aprile 2018. Il vaccino, approvato in Canada e negli Usa nell’ottobre 2017, è sottoposto a valutazioni regolatorie in Australia e Giappone.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI