Home . Salute . Farmaceutica . Mieloma multiplo, ok Aifa a primo immunomodulante orale dopo trapianto

Mieloma multiplo, ok Aifa a primo immunomodulante orale dopo trapianto

FARMACEUTICA
Mieloma multiplo, ok Aifa a primo immunomodulante orale dopo trapianto

(Fotogramma)

L'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha autorizzato la rimborsabilità di Revlimid* (lenalidomide) come monoterapia di mantenimento nei pazienti adulti con mieloma multiplo di nuova diagnosi sottoposti a trapianto autologo di cellule staminali. Lenalidomide, riconosciuto da Aifa farmaco innovativo in questa nuova indicazione, è il primo e a oggi l'unico medicinale approvato dall'European Medicines Agency (Ema) per la terapia di mantenimento del mieloma multiplo post-trapianto. Lo riporta una nota di Celgene Italia.

Il trapianto di cellule staminali autologhe rappresenta la terapia d'elezione per i pazienti con mieloma multiplo di nuova diagnosi. La terapia di mantenimento con lenalidomide massimizza gli effetti del trapianto e ne prolunga i benefici, consentendo di ritardare la progressione e prolungando infine la sopravvivenza globale.

"Il trapianto autologo di cellule staminali rimane ancora oggi la terapia di prima scelta per i pazienti con mieloma multiplo all'esordio - spiega Vittorio Montefusco, dirigente medico del Dipartimento di Ematologia Int, Fondazione Irccs Istituto nazionale tumori di Milano. "Avere una terapia dopo il trapianto come lenalidomide rappresenta un importante passo avanti per questi pazienti. L'aspetto interessante è la combinazione del trapianto con i farmaci, opzione che garantisce il massimo in termini di risposta della malattia in quanto unisce la potenza del trapianto alla potenza del farmaco".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.