Home . Salute . Medicina . Alzheimer, 1 caso su 3 si può prevenire

Alzheimer, 1 caso su 3 si può prevenire

MEDICINA
Alzheimer, 1 caso su 3 si può prevenire

Un caso di demenza su tre potrebbe essere prevenuto, se ci si prendesse più cura della salute del cervello nel corso della vita. E' quanto emerge da uno studio internazionale pubblicato su 'The Lancet', che elenca nove fattori 'chiave' che contribuiscono al rischio di demenza. Alcuni anche un po' curiosi, come la perdita di udito con il passare degli anni, o una scarsa istruzione. Lo studio è stato presentato all'Alzheimer's Association International Conference di Londra.

Entro il 2050, ammoniscono gli esperti, 131 mln di persone nel mondo potrebbero fare i conti con una demenza. E stando alle stime sono 47 mln le persone che oggi ne soffrono.

Ecco i 9 fattori di rischio da tenere a bada:

1) Perdita dell'udito nella mezza età- responsabile del 9% del rischio

2) Non aver completato l'istruzione secondaria - 8%

3) Fumo - 5%

4) Non cercare un trattamento precoce per la depressione - 4%

5) Inattività fisica - 3%

6) Isolamento sociale - 2%

7) Ipertensione - 2%

8) Obesità - 1%

9) Diabete di tipo 2 - 1%

"Benché la demenza venga diagnosticata più avanti nella vita, i cambiamenti a livello cerebrale di solito iniziano a svilupparsi anni prima", commenta sulla 'Bbc online' l'autore della ricerca, Gill Livingston dell'University College di Londra. "Agire subito migliorerà la vita delle persone con demenza e delle loro famiglie, e in questo modo trasformerà il futuro della società". Secondo gli esperti, i fattori legati allo stile di vita possono giocare un ruolo importante nell'aumentare o ridurre il rischio demenza. Il suggerimento è quello di costruire una sorta di 'riserva cognitiva', rinforzare cioè le reti cerebrali in modo che continuino a funzionare anche in età avanzata.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI