Home . Salute . Medicina . Aism, gardenie e ortensie contro la sclerosi multipla

Aism, gardenie e ortensie contro la sclerosi multipla

MEDICINA
Aism, gardenie e ortensie contro la sclerosi multipla

Per celebrare l'importante traguardo dei 50 anni di attività, l'Associazione italiana sclerosi multipla (Aism) rinnova il suo impegno al fianco della ricerca lanciando la campagna 'Benvenuta Gardensia!'. L'appuntamento è per il 3, 4 e 8 marzo in 5 mila piazze italiane, dove i circa 10 mila volontari mobilitati per la causa distribuiranno una pianta di gardenia o una di ortensia, o entrambe, con un contributo minimo di 15 euro l’una. Due fiori a sottolineare lo stretto legame tra le donne e la sclerosi multipla che colpisce la popolazione femminile in misura doppia rispetto agli uomini (ogni giorno 5 donne ricevono una diagnosi) (TUTTE LE INFO SULLA CAMPAGNA).

Numerosi i personaggi che aderiscono alla campagna: Antonella Ferrari (madrina di Aism), Antonella Ferrari, il tenore Marco Voleri, Francesca Romana Barberini, Marino Bartoletti, Chiara Francini, Paola Marella, Alice Paba, Marisa Passera, Massimiliano Rosolino, Gaia Tortora e Gianluca Zambrotta. Inoltre, dal 5 all’11 marzo la campagna sarà promossa sui principali contenitori di intrattenimento e informazione delle reti Rai e sul sito www.rai.it. Anche La7, Sky e Mediafriends sosterranno l’iniziativa dando visibilità allo spot della campagna (GUARDA IL VIDEO DELLA CAMPAGNA).

L’iniziativa ha ricevuto il supporto fondamentale anche delle maggiori compagnie telefoniche: dal 25 febbraio all’11 marzo si può inviare un sms o chiamare il numero solidale 45567; i fondi raccolti andranno a sostenere un progetto di ricerca scientifica sulle forme progressiva di Sclerosi multipla, le più gravi, ancora oggi orfane di terapie. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascun sms inviato da cellulari Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile, Coop Voce e Tiscali. Sarà di 5 euro per le chiamate da rete fissa PosteMobile, Twt e Convergenze e di 2 e 5 euro da rete fissa Tim, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.