Home . Salute . Sanità . Morte in culla a Firenze, vani i tentativi di rianimare il neonato

Morte in culla a Firenze, vani i tentativi di rianimare il neonato

SANITÀ
Morte in culla a Firenze, vani i tentativi di rianimare il neonato

Era già senza vita il corpicino del neonato di cinque mesi quando è giunto al pronto soccorso del presidio ospedaliero di Borgo San Lorenzo, ma tutta l'equipè medico infermieristica si è comunque prodigata nelle manovre di rianimazione cardiopolmonare del piccolo, senza successo. Il decesso risale a stamani, intorno alle ore 13,00, precisa la Ausl Toscana Centro.

"Il neonato era già stato rianimato, senza successo, presso la sua abitazione. Era stato trovato privo di conoscenza nella sua culla ed era stato allertato il 118, che ha trovato il piccolo in arresto cardiorespiratorio. Sono state praticate al letto del lattante tutte le manovre di rianimazione cardiopolmonare previste dalle linee guida di rianimazione pediatrica, purtroppo senza successo". I sanitari, nel sospetto che si tratti di "morte in culla", hanno allertato il centro Sids -sindrome della morte improvvisa del lattante, dell'ospedale Meyer ed inviato la salma all'Istituto di Anatomia Patologica di Careggi per i rilievi autoptici del caso.

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI