Home . Salute . Sanità . Visite fiscali, i medici: "Ok ai premi ma garantire equità"

Visite fiscali, i medici: "Ok ai premi ma garantire equità"

SANITÀ
Visite fiscali, i medici: Ok ai premi ma garantire equità

Un medico esegue la visita fiscale (FOTOGRAMMA)

La riforma del sistema delle visite malattia "deve stabilire un trattamento economico base dignitoso e uniforme sul territorio nazionale per chi svolge la stessa attività professionale, che abbia una variabilità legata a obiettivi e carichi di lavoro diversi, ma che non stravolga il concetto di equità e uniformità". E' quanto afferma il presidente dell’Associazione dei medici fiscali (Anmefi) Claudio Palombi, commentando con l’AdnKronos Salute alcuni passaggi dell’atto di indirizzo per i medici che prevede un polo unico per le visite sulle assenze per malattia.

"Il 21 luglio si è discusso al ministero del Lavoro di alcune modifiche all'atto di indirizzo. Ma siamo ancora in attesa della versione definitiva", sottolinea Palombi che, per quanto riguarda la previsione di un'indennità oraria e di maggiorazioni proporzionate al numero di controlli ed eventualmente a specifici obiettivi, aggiunge: "Il principio è condivisibile ma bisogna vedere quanto va a incidere sulla quota fissa. E’ un aspetto che si dovrà dibattere in convenzione. L'assegnazione di certificati infatti - sottolinea - non è scelta dal medico, alcuni sono più facili da chiudere, altri meno; poi c'è chi abita in zone più centrali o in grandi città. Il rischio è uno squilibrio di trattamento non giustificabile".

Per il presidente di Anmefi l'obiettivo deve essere "l'aumento dei controlli ma anche la razionalizzazione della distribuzione di questi sul territorio, che impedisca al medico di percorrere troppi chilometri e stabilisca un'adeguata attribuzione dei controlli al singolo professionista. Inoltre - conclude Palombi - è importante che ai medici di lista ad esaurimento sia riconosciuta una titolarità di incarico con precedenza su altri medici che svolgono o svolgeranno il servizio in futuro".

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI