Home . Salute . Sanità . Siliquini su Novelli: "Genetista di fama al Consiglio Superiore Sanità"

Siliquini su Novelli: "Genetista di fama al Consiglio Superiore Sanità"

SANITÀ
Siliquini su Novelli: Genetista di fama al Consiglio Superiore Sanità

Foto Università di Tor Vergata

Giuseppe Novelli "è uno dei 28 componenti di nomina del Consiglio superiore di sanità riconfermati" nel dicembre scorso dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, e "un genetista di fama mondiale, con importanti collaborazioni internazionali. Non potevamo chiedere di meglio come genetista". A sottolinearlo all'AdnKronos Salute è Roberta Siliquini, ordinario di Igiene presso l'Università di Torino e presidente del Css, dopo le polemiche sulla presenza del genetista, rettore dell'Università di Roma Tor vergata, nella compagine degli esperti chiamati a far parte del massimo organo di consulenza tecnico scientifico del ministro della Salute. Il Consiglio è composto da 30 membri di nomina in carica per 3 anni, "individuati in base alle loro altissime competenze nelle discipline in cui si articola la sanità pubblica italiana", come ha ricordato il ministero annunciando i nomi del nuovo Css, oltre a 26 membri di diritto. Dei 30 esperti di nomina ministeriale, 14 sono donne. "Solo due sono i nomi nuovi", conclude Siliquini (che presiede il Consiglio dal 2014), ovvero Francesco Bove (docente di Anatomia umana e clinica dell'apparato muscolo-osteoarticolare presso l'Università Sapienza di Roma) ed Elisabetta Cerbai (ordinario in Neurologia - Dipartimento di Neuroscienze, Area del farmaco e Salute del bambino Università degli Studi di Firenze).

Il 'Premio Medicina Italia 2017', in qualità di scienziato genetista e direttore della Uoc Laboratorio di Genetica Medica del Policlinico Universitario di Tor Vergata, è solo l'ultimo dei riconoscimenti attribuiti a Giuseppe Novelli. Il rettore dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, riconfermato dal ministero della Salute nel Consiglio superiore di sanità (Css), ha infatti iniziato la sua attività di ricerca nel 1980, e conta oltre 600 pubblicazioni sulle più importanti riviste internazionali e nei congressi del settore. È coautore di libri sulla genetica e detiene 4 brevetti internazionali; è inoltre advisor per lo spin-off Onconetics. Si è occupato prevalentemente di tematiche di genetica biochimica, genetica umana, genetica medica e genetica molecolare. Ha contribuito all'identificazione di numerosi geni responsabili di malattie genetiche nell'uomo, scoprendo la causa della malattia di Laron, della displasia mandibulo acrale e quindi dell'invecchiamento precoce su base genetica, di alcune forme di psoriasi e, nel corso delle sue ricerche, ha identificato fra l'altro una nuova proteina importante nella protezione dell'infarto del miocardio (loxina).

Laureato con lode in Scienze biologiche all'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, si è specializzazione in Genetica medica alla Sapienza di Roma. Dal 2015 è vice presidente della Crui - Conferenza dei rettori delle università Italiane, dal 2016 vice presidente Comitato nazionale per la biosicurezza le biotecnologie e le scienze della vita presso la Presidenza del Consiglio. Presiede inoltre la Commissione Genetica medica 06/A1 per l'Abilitazione scientifica nazionale, istituita presso il Miur e l'Osservatorio nazionale per le professioni sanitarie, oltre ad essere Expert presso l'European Medicines Agency (Ema). Ordinario di Genetica medica alla Facoltà di Medicina di Tor Vergata, Novelli è attivo anche all'estero: è adjunct professor all'Università del Nevada, School of Medicine, Reno (Usa) e all'University of Arkansas for Medical Sciences, Little Rock (Usa). Dal 2011 al 2015 è stato direttore scientifico Centro ricerche Fatebenefratelli all'Ospedale San Pietro di Roma, mentre tra il 2008 e il 2015 è stato membro del Pharmacogenomics Working Party (PgWP) dell'Ema. Il genetista, inoltre, dal 2008 al 2011 è stato preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università di Tor Vergata, dove in precedenza aveva diretto la Scuola di specializzazione in Genetica medica. Nel suo curriculum, tra l'altro, un'esperienza come associato di Genetica molecolare alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università Cattolica di Milano, sede di Roma e una collaborazione con il Groupe de Génétique Moléculaire dell'Inserm di Créteil (Francia). Novelli, responsabile scientifico del Centro di Genetica molecolare dell'Istituto Irccs Neuromed, è stato anche visiting professor presso l'University of Southern California a Los Angeles (Usa).

Commenti
Per scrivere un commento è necessario registrarsi ed accedere: ACCEDI oppure REGISTRATI