Home . Salute . Sanità . 'Festa della donna in salute' per studentesse La Sapienza

'Festa della donna in salute' per studentesse La Sapienza

SANITÀ
'Festa della donna in salute' per studentesse La Sapienza

(Foto Adnkronos)

Una giornata dedicata alle studentesse e a tutte le donne dell'università La Sapienza di Roma, improntata sul benessere fisico e psicologico. E' la II edizione della "Festa della donna in salute", organizzata per l'8 marzo, dall'associazione studentesca 'Sapienza in movimento', durante la quale sarà possibile sottoporsi gratuitamente a controlli clinici, come il pap test, in un ambulatorio mobile, assistite dal personale esperto di Artemisia Lab; accedere all'infodesk per la prevenzione delle infezioni sessualmente trasmissibili, curato da Anlaids Lazio insieme a psicologhe e sessuologhe del Dipartimento di psicologia dinamica e clinica, e informarsi sui linfonodi al seno nello spazio promosso da Lilt Roma. Sarà inoltre previsto uno spazio dedicato alle visite generiche.

"Diffondere la cultura della prevenzione è uno degli obiettivi che anima da oltre 30 anni Artemisia Onlus. Vogliamo essere una risorsa per lo sviluppo di innovativi progetti sanitari a servizio delle fasce sociali più disagiate del territorio di Roma Capitale e di tutta la Regione", spiega Maria Stella Giorlandino, presidente di Artemisia Onlus.

"In questa giornata - prosegue - puntiamo sulla prevenzione e sulla riduzione del numero di donne colpite dal tumore del collo dell’utero. Questo cancro ha una grave incidenza sulle donne e i sintomi compaiono quando la malattia è già in fase avanzata. Un semplice test di screening è in grado di salvare una vita e di stabilire l’eventuale aggressività di una lesione precancerosa. L’anno scorso - riferisce - ne abbiamo eseguiti in una sola giornata circa 1.200. Vogliamo garantire la possibilità di prevenire questo rischio a un numero sempre maggiore di donne, di qualsiasi età e fascia sociale, perché favorire la diffusione di una cultura della prevenzione è una sfida che vogliamo vincere a tutti i costi".