Home . Salute . Sanità . Biotestamento: giuristi, medici e politici a confronto su legge

Biotestamento: giuristi, medici e politici a confronto su legge

SANITÀ
Biotestamento: giuristi, medici e politici a confronto su legge

Giuristi, medici e politici a confronto sulla legge sul biotestamento e sui diversi problemi di attuazione del provvedimento che ha segnato un punto di svolta per l’assistenza sanitaria. Giovedì 24 maggio presso l’aula Magna dell’Università di Milano-Bicocca, nell’ambito degli eventi che celebrano i vent’anni dalla fondazione dell’Ateneo, si terrà un seminario per discutere delle 'norme in materia di consenso informato e di disposizioni anticipate di trattamento' (legge 219/2017).

Sarà un’occasione di confronto tra vari esponenti del settore medico, giuridico e politico sul biotestamento, cioè la scelta di un soggetto, che abbia ancora capacità di intendere e volere, riguardo i trattamenti terapeutici che potrebbe ricevere se fosse colpito da malattie irreversibili o invalidanti.

Dopo i saluti istituzionali del rettore dell’Università di Bicocca-Milano, Cristina Messa, del direttore del Dipartimento di Giurisprudenza, Loredana Garlati, e un intervento introduttivo della professoressa Patrizia Borsellino, si alterneranno come relatori Emilia De Biasi, già presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato; Donata Lenzi, già membro della Commissione Affari sociali della Camera dei deputati; Stefano Canestrari, docente dell’Università di Bologna; Daniele Villani, geriatra preso il Centro deterioramento cognitivo e demenze CdC Figlie di San Camillo a Cremona; Massimo Romanò cardiologo al Centro Universitario Interdipartimentale di Ricerca in Cure Palliative presso l’Università di Milano e Giulio Vigevani professore del Dipartimento di Giurisprudenza della Bicocca. Modera il convegno la professoressa Silvia Salardi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.