cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 20:08
Temi caldi

17enne ucciso a Napoli, spunta un video degli attimi successivi all'inseguimento

07 settembre 2014 | 16.45
LETTURA: 2 minuti

Si tratta delle riprese all'interno della sala scommesse a poca distanza dal punto in cui si è concluso l'inseguimento dello scooter con a bordo Davide Bifolco e altre due persone, effettuate dalle telecamere a circuito chiuso

alternate text
Davide Bifolco (foto dal suo profilo Facebook)

Spunta un video dei concitati momenti successivi alla morte di Davide Bifolco, il 17enne ucciso da un carabiniere al termine di un inseguimento nel Rione Traiano. Si tratta delle riprese all'interno della sala scommesse a poca distanza dal punto in cui si è concluso l'inseguimento dello scooter, con a bordo Davide Bifolco e altre due persone, effettuate dalle telecamere a circuito chiuso.

Nel video, recuperato dai legali della famiglia del giovane, si vedono gli avventori della sala scommesse che escono in strada, evidentemente attirati dallo sparo, e rientrano di corsa all'interno del locale, seguiti da un carabiniere, probabilmente non quello che ha esploso il colpo d'arma da fuoco. Il militare entra nella sala e riunisce i presenti che, con le mani alzate, si dispongono attorno a un tavolo da biliardo.

Immagini che, secondo l'avvocato Fabio Anselmo nominato legale dai familiari della giovane vittima, "dimostra in maniera eloquente lo stato psicologico in cui si trovava quel carabiniere in quel momento". La difesa ha nominato il perito di parte in vista dell'autopsia, in programma domani mattina al Secondo Policlinico di Napoli: si tratta del professor Vittorio Fineschi, dell'università La Sapienza di Roma. Il consulente balistico sarà invece Marzo Zonaro, ingegnere che ha già lavorato sul caso di Marta Russo.

I difensori della famiglia Bifolco chiederanno che prima dell'autopsia venga eseguita una tac sul corpo, "come previsto da protocollo internazionale" per fotografare la situazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza