Cerca
Home .
ISSN 2465-194X

Ufo, cosa veramente sappiamo? - Rotocalco n. 25 del 19 giugno 2019

ROTOCALCO

"Ma lei lo sa che noi in America abbiamo gli oggetti (Ufo) schiantati al suolo e i cadaveri dei piloti". Lo afferma all'Adnkronos il Dott Roberto Pinotti, ex ufficiale dell'esercito italiano, fondatore del Centro Ufologico Nazionale, in relazione a quanto gli è stato comunicato da alti ufficiali statunitensi. Le sue parole arrivano dopo l’eco mediatica suscitata dai vari articoli pubblicati negli Usa, tra cui emergono, quelli del Washington Post e del New York Times sulle rivelazioni del Pentagono in merito alle indagini in corso sugli Ufo. Peraltro a dare supporto ai milioni di sognatori terrestri, arrivano le dichiarazioni di un portavoce del Dipartimento della Difesa che, inaspettatamente, ha ammesso dell’esistenza di un'iniziativa governativa segreta, denominata Advanced Aerospace Threat Identification Program, che ha il compito di raccogliere informazioni e studiare tutti i casi di avvistamento Ufo. Ma cosa c'è di vero e cosa c'è di falso, in tutta questa vicenda. Secondo Stefano Innocenti, del Centro italiano studi ufologici, le dichiarazioni del Pentagono sono state male interpretate. Il bello però è che di fenomeni non identificati, almeno di avvistamenti, ne parla anche l'Aeronautica Militare italiana che in una nota a noi invitata scrive di "ondata di avvistamenti non identificati a partire dal 1978". Di episodi che, privi, dopo diversi esami, di una giustificazione tecnica o naturale, vengono classificati avvistamenti di Oggetti Volanti non Identificati. O Meglio 'Ovni'. Ma cosa sarebbero in grado di fare questi velivoli, "chiamiamoli alieni"?

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.