cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 17:08
Temi caldi

8 marzo, Solinas: "Donne forza società, abbattiamo divario di genere"

07 marzo 2022 | 21.38
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Fotogramma

“I diritti delle donne sono ancora oggi un traguardo da conquistare nella nostra società, in campo economico e lavorativo. Nonostante le battaglie combattute in nome della libertà e le conquiste ottenute, né i diritti, né talvolta la vita stessa delle donne sono oggi adeguatamente tutelati. Dobbiamo impegnarci per incidere realmente sulla piena e sacrosanta possibilità delle donne di essere lavoratrici, professioniste impegnate nella società ad ogni livello, senza condizionamenti e sopraffazioni, nell’auspicio che si arrivi quanto prima a una loro piena e paritaria partecipazione nella vita civile, politica, economica e sociale del nostro Paese. La realizzazione della perfetta parità di genere resta al centro dell’agenda politica e istituzionale della Regione”. Lo ha detto il Presidente della Regione Christian Solinas alla vigilia della Giornata internazionale della donna, rivolgendo un pensiero e un augurio a tutte le cittadine sarde.

“Abbiamo esempi straordinari a cui guardare, donne del passato e del presente incredibilmente moderne e attuali che con la loro vita hanno segnato la storia dell’emancipazione femminile portando in alto il nome della Sardegna nel mondo”, ha detto il Presidente Solinas, che ha ricordato non solo figure come il Premio Nobel per la Letteratura, Grazia Deledda, archetipo della donna sarda che seppe narrare al mondo lo spirito più autentico e profondo della sua terra, mantenendo con la Sardegna un legame indissolubile e un amore incrollabile, ma anche tutte quelle donne che in ogni campo, conquistando prestigio e fama o restando nell’ombra, rappresentano un esempio da seguire per ognuno di noi. Il Presidente ha voluto ricordare il ruolo delle donne come mediatrici e portatrici di pace, il cui impegno nel processo di costruzione di un mondo più stabile e sicuro è riconosciuto e fondamentale, e rivolgendo un pensiero commosso alle donne ucraine, in questo difficile momento, e a tutte le altre donne impegnate nel sociale, che in ogni ambito, con generosità e spirito nobile, donano il loro tempo e impiegano le loro forze per il bene altrui.''

“La giornata dell’8 marzo deve essere anche l’occasione per una profonda riflessione sulla drammaticità degli episodi di femminicidio e violenza contro le donne che, come dimostrano i fatti di cronaca, ancora rappresentano una costante dei nostri tempi”, ha proseguito il Presidente, ponendo l’accento sulla necessità sempre più impellente di prevenire e condannare ogni forma di violenza fisica e psicologica che veda coinvolte le donne e di favorire l’inclusione e la valorizzazione della componente femminile in ogni aspetto della vita, che sia privata, professionale e pubblica. “Uomini e donne, uniti, devono sentire forte la necessità di combattere ogni forma di violenza e di discriminazione, che sono causa di arretratezza e mancato sviluppo non solo sociale ma anche economico. Oggi più che mai – ha proseguito il Presidente Solinas - dobbiamo percorrere con decisione e forza di volontà ogni strada utile affinché si arrivi a una piena e concreta parità di genere, emblema di una società che includa le donne e porti in luce il loro ruolo fondamentale nella società. Abbiamo il dovere di lavorare affinché la nostra Isola sia terra di inclusione, di accoglienza e di profondo rispetto''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza