cerca CERCA
Sabato 22 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:03
Temi caldi

Fiumicino: Poggio, a Fregene odore nauseante, trasferire Isola ecologica

05 luglio 2014 | 17.44
LETTURA: 2 minuti

"I residenti della zona - fa notare il consigliere comunale di Fiumicino Federica Poggio - sono costretti a combattere, soprattutto in questo periodo di caldo soffocante, con l'odore nauseante che arriva dalla montagna di immondizia accatastata ai lati dell'Aia e relativo sversamento di liquami, con tutti i rischi igienico-sanitari del caso"

alternate text

"Da mesi la situazione dell'Isola ecologica di via del Cesenatico a Fregene è insostenibile. I residenti della zona sono costretti a combattere, soprattutto in questo periodo di caldo soffocante, con l'odore nauseante che arriva dalla montagna di immondizia accatastata ai lati dell'Aia e relativo sversamento di liquami, con tutti i rischi igienico-sanitari del caso". Lo dichiara il consigliere comunale di Fiumicino Federica Poggio.

"Il comitato spontaneo cittadino di via del Cesenatico da tempo chiede all'amministrazione comunale un incontro per concordare un eventuale trasferimento dell'Isola Ecologica in un luogo più idoneo, meno centrale e più periferico, proponendo di trasformare l'area in un parco giochi. Decisione questa non più rinviabile - aggiunge Poggio - Vero è che la scelta di via del Cesenatico come luogo per ospitare l'Isola Ecologica non è stata presa da questa amministrazione, ma va anche detto che l'Aia doveva essere adibita alla raccolta delle potature e dei materiali ingombranti e, in accordo con l'amministrazione pur con l'avvio del porta a porta, i furgoncini della nettezza urbana, secondo quanto riferiscono i residenti, avrebbero dovuto sversare vetro e rifiuti organici e biodegradabili direttamente nell'impianto di Maccarese. Tutto questo però non è mai avvenuto".

"Negli anni la popolazione è cresciuta, le utenze aumentate e la viabilità cambiata diverse volte. L'Aia di via del Cesenatico così com'è non va, non funziona. Le rivoluzioni passano anche dalla condivisione delle decisioni e dal coinvolgimento della città. In questo caso la decisione è stata già presa, manca solo un segnale, quello dell'amministrazione comunale", conclude.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza