cerca CERCA
Giovedì 02 Febbraio 2023
Aggiornato: 08:27
Temi caldi

Acqua: Sel lancia battaglia per servizio idrico pubblico

13 marzo 2014 | 13.34
LETTURA: 2 minuti

Due proposte, una alla Camera e una al Senato, per tradurre in legge dello Stato l'esito del referendum sull'acqua di tre anni fa con l'obiettivo di "arrestare i processi di privatizzazione dell'acqua", partendo dal caso emblematico di Acquedotto pugliese e puntando alla costituzione di un'azienda pubblica regionale in Puglia. L'iniziativa e' stata presentata questa mattina a Montecitorio dal leader di Sel Nichi Vendola, presidente della Regione Puglia, e dai primi firmatari delle due proposte di legge, Dario Stefano, presidente della Giunta delle elezioni di Palazzo Madama, e dal deputato Nicola Fratoianni.

"Prima, dell'acquedotto pugliese si diceva che dava più da mangiare che da bere; è sempre stato accompagnato da un'ombra di ramificazioni clientelari. Ora è tornato famoso per i suoi usi idrici, è l'unica azienda pubblica che ha avuto un rating innalzato da Standard & Poor's, è in attivo, e in 8 anni ha compiuto dal punto di vista della sua modernizzazione un salto straordinario di qualità", ha spiegato Vendola.

"Una nazione si costruisce con le ferrovie e con gli acquedotti. L'acquedotto lombardo ha 150 km di rete, quello pugliese 20 mila. E' una delle piu' grandi opere pubbliche d'Europa. Sono le proporzioni di un'opera che doveva servire ad affrontare le caratteristiche di una grande regione del Sud priva di risorse idriche. Oggi e' un'azienda sana e non esiste un'azienda privata che possa vantare i risultati di questa azienda pubblica", ha concluso Vendola.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza