cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 22:07
Temi caldi

Nuova Zelanda: allarme in aeroporto Auckland per lumaca gigante

11 dicembre 2014 | 14.26
LETTURA: 2 minuti

L'esemplare, considerato una delle 100 specie invasive più pericolose nel mondo, era stato portato nel Paese da una coppia di ritorno da un viaggio in Madagascar, pensando che si trattasse di una conchiglia

alternate text

E' lunga quasi 15 centimetri, quanto una mano di un uomo, ed è considerata una delle 100 specie invasive più pericolose nel mondo. Per questo quando gli ispettori della dogana dell'aeroporto di Auckland, in Nuova Zelanda, se la sono trovata davanti, hanno fatto scattare immediatamente l'allarme. Protagonista una lumaca africana gigante (Achatina fulica), condotta nel Paese da una coppia di ritorno da un viaggio in Madagascar, pensando che si trattasse di una conchiglia.

"Quando l'ispettore ha battuto sul guscio, l'animale è uscito insieme a un gran numero di uova. Era la più grande lumaca mai vista", ha detto il funzionario del ministero dell'Industria, Craig Hughes al New Zealand Herald, spiegando che l'animale è stato soppresso (e le uova distrutte) perché considerato una minaccia per l'agricoltura, per l'ambiente e per la salute umana.

Il gasteropode gigante è infatti in grado di divorare più di 500 specie di piante, è portatrice di agenti patogeni letali per i vegetali e potrebbe danneggiare la vernice e l'intonaco degli edifici. E' altamente adattabile e grazie al letargo sopravvivere al freddo e anche alla neve. Essendo animali ermafroditi, possono inoltre produrre un gran numero di uova fertili in pochi mesi. In Florida ci sono voluti dieci anni e un milione di dollari per debellarlo, ma nel 2011 è tornato e lo Stato ha dovuto riprendere la battaglia. "Fortunatamente - ha detto Hughes - la coppia aveva dichiarato il guscio all'arrivo, avvisando in tal modo il nostro ispettore del rischio biosicurezza".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza