cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 16:34
Temi caldi

Calcio: Allegri spegne polemiche, per Juve inizia mese fondamentale

17 ottobre 2014 | 16.08
LETTURA: 2 minuti

Il tecnico bianconero: "Sono passati 15 giorni dalla partita con la Roma, per fortuna ora si gioca". Vidal non convocato per il Sassuolo

alternate text
Il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri. - INFOPHOTO

"Per fortuna si riparte". Massimiliano Allegri spegne le roventi polemiche di Juve-Roma e chiede ai bianconeri massima concentrazione sul match di domani contro il Sassuolo. "Non vincere sarebbe come buttare a mare la vittoria contro i giallorossi", avverte il tecnico, che non si aspetta regali dai rivali per il titolo. "Non mi aspetto cali della Roma. E' un'ottima squadra, lo ha dimostrato l'anno scorso e lo sta facendo anche quest'anno. Dobbiamo pensare a noi stessi, sapendo che difficilmente la Roma perderà punti per strada", avverte Allegri in conferenza stampa.

Il tempo delle polemiche è scaduto, almeno per lui: "Ormai sono passati 15 giorni da Juventus-Roma. Quello che è stato detto fa parte del gioco, ma credo sia anche arrivato il momento di chiudere. Riprendiamo il campionato e alla gente interessa vedere belle partite, come è stata Juve-Roma. Mancano tantissime partite e, come ho già detto, una vittoria o una sconfitta non avrebbero comunque pregiudicato il campionato per nessuna delle due squadre".

Per la Juve, sottolinea il tecnico, inizia "un mese difficile e fondamentale" fra campionato e Champions League. "In campionato non sarà ancora decisivo, ma molto importante. In Europa invece la partita di Atene e quella in casa contro l'Olympiacos saranno determinanti per il passaggio del turno". Anche per questo, Allegri ha deciso di lasciare a riposo Arturo Vidal per riaverlo al top mercoledì. "Vidal ha bisogno di lavorare perché lo ha fatto molto meno rispetto al resto della squadra. Mercoledì abbiamo una partita importante di Champions ad Atene e preferisco lasciarlo qui a Torino a lavorare per tre giorni", spiega Allegri.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza