cerca CERCA
Giovedì 16 Settembre 2021
Aggiornato: 12:07
Temi caldi

A.Saudita: decapitato omicida nell'est, 12 condanne a morte eseguite nel 2014

24 marzo 2014 | 12.36
LETTURA: 2 minuti

(Aki) - Un cittadino saudita è stato decapitato con una spada dopo essere stato riconosciuto colpevole di omicidio di un suo connazionale durante un litigio. Lo riferisce il ministero degli Interni di Riad in un comunicato rilanciato dall'agenzia di stampa Spa. L'uomo, Mohammed bin Khamees al-Hantushi al-Enzi, è stato infatti ritenuto responsabile dell'omicidio di Ibrahim bin Marfu al-Enzi. La sua esecuzione è avvenuta nella citta' di Hafr al-Batin, nel nord est dell'Arabia Saudita. Salgono così a 12 le condanne a morte eseguite quest'anno nel Regno.

Secondo dati di Amnesty International, il numero delle condanne a morte eseguite è aumentato dai 27 del 2010, tra cui cinque stranieri, agli 82 del 2011, tra cui 28 stranieri, con una lieve flessione nel 2012 quando il numero delle persone giustiziate è sceso a 79, tra cui 27 stranieri.

In Arabia Saudita vengono puniti con la condanna a morte coloro che commettono i reati di stupro, omicidio, apostasia, rapina a mano armata e traffico di droga.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza