cerca CERCA
Venerdì 12 Agosto 2022
Aggiornato: 20:15
Temi caldi

Siria: attivista, Usa non hanno mai interrotto rapporti con regime

16 luglio 2014 | 14.16
LETTURA: 2 minuti

"Gli Stati Uniti non hanno mai interrotto definitivamente i contatti con il regime del presidente siriano Bashar al-Assad durante la rivoluzione". E' quanto dichiara l'attivista politica siriana dell'opposizione Marah al-Beqaay, presidente del Partito repubblicano siriano con sede negli Usa.

alternate text

"Gli Stati Uniti non hanno mai interrotto definitivamente i contatti con il regime del presidente siriano Bashar al-Assad durante la rivoluzione". E' quanto dichiara l'attivista politica siriana di opposizione Marah al-Beqaay, presidente del Partito repubblicano siriano, con sede negli Usa. In un'intervista ad Aki-Adnkronos International, la Beqaay spiega che "quando gli Stati Uniti, da un lato, minacciavano di muovere le loro navi da guerra per far cadere il regime, dall'altro davano ad intendere che avrebbero fermato l'attacco se Damasco avesse consegnato il suo arsenale chimico".

In quell'occasione, "la Russia afferrò il messaggio e lo stesso giorno il ministro degli Esteri siriano, Walid al-Muallim, si recò a Mosca per incontrare il suo omologo russo, Sergei Lavrov, e definire l'accordo in cambio della permanenza del regime", aggiunge l'attivista.

In tal senso, per la Beqaay l'organizzazione dello Stato islamico in Iraq e nel Levante (Isil) è "una creatura del regime siriano per poter dire agli Stati Uniti 'avete vinto sull'arsenale chimico, ma non sulla lotta al terrorismo'", ma anche per ribadire il suo ruolo "essenziale nella lotta alle fazioni estremiste" e che "la sua permanenza al potere è molto meglio che la presa del controllo da parte dell'Isil".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza