cerca CERCA
Giovedì 08 Dicembre 2022
Aggiornato: 01:09
Temi caldi

Bana è salva, la bambina che twittava da Aleppo andrà in Turchia

19 dicembre 2016 | 18.44
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Twitter /@AlabedBana)

Per Bana Alabed, la bambina di sette anni che per mesi ha raccontato al mondo la vita quotidiana sotto le bombe ad Aleppo Est, si aprono le porte della Turchia. Bana verrà trasferita con la sua famiglia in Turchia, ha annunciato il ministro degli Esteri turco, Mevlut Cavusoglu, come riporta il giornale filogovernativo turco Sabah.

I media turchi rilanciano un selfie che ritrae Bana con un volontario dell'organizzazione turca Humanitarian Relief Foundation (Ihh) fuori Aleppo. Nei giorni scorsi la mamma di Bana, Fatemah, aveva chiamato direttamente in causa Cavusoglu in un tweet con una disperata richiesta di aiuto. Il ministro aveva risposto a stretto giro, assicurando l'impegno di Ankara per "mettere fine all'incubo" di Bana "e molti altri bambini in Siria".

L'account Twitter di Bana, che ha due fratellini più piccoli, è stato creato a settembre e conta oggi più di 330mila follower. In questi mesi Bana ha raccontato di bombardamenti, raid, coetanee uccise dalla guerra che ha devastato Aleppo. Stamani era stata la Syrian American Medical Society a confermare che c'era anche la bambina tra le persone trasferite nell'ambito delle operazioni di evacuazione di Aleppo Est. Fatemah ha raccontato ai giornalisti come siano stati intrappolati per 24 ore su un bus, "come ostaggi", in attesa di lasciare Aleppo Est, senza cibo né acqua.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza