cerca CERCA
Sabato 02 Luglio 2022
Aggiornato: 12:47
Temi caldi

Bari: rapine in strada a prostitute, due arresti

17 giugno 2014 | 11.27
LETTURA: 3 minuti

Un 22enne e un 19enne di Cellamare, si erano specializzati nelle rapine alle prostitute lungo la strada provinciale 84 e le complanari della statale 100

alternate text

Si erano specializzati nelle rapine alle prostitute lungo la strada provinciale 84 e le complanari della statale 100. Si tratta di due giovanissimi di Cellamare, in provincia di Bari, un 22enne e un 19enne, gia' arrestati in flagranza di reato a settembre dello scorso anno per la rapina ad una prostituta a Capurso, e nuovamente finiti in manette, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari su richiesta della Procura della Repubblica, per rapina, lesioni e violenza privata in concorso.

I due sono stati riconosciuti responsabili di altri due 'colpi' commessi ai danni di altrettante prostitute rumene avvenuti nel settembre dello scorso anno lungo la provinciale 84 Rutigliano-Adelfia e nell'aprile del 2012 lungo la complanare della statale 100 all'altezza dello svincolo delle 5 strade. Le indagini sono partite dalle dichiarazioni fatte ai carabinieri da una giovane prostituta romena che stazionava lungo la provinciale 84 che, minacciata dai malviventi e per timore di ritorsioni, ha denunciato solo il furto della borsa.

Il racconto della ragazza non ha convinto i carabinieri della Stazione di Noicattaro, che hanno voluto approfondire la vicenda finche' la vittima ha raccontato la verita' cioe' di essere stata picchiata e rapinata da due giovani a bordo di una Fiat Punto bianca, di cui ha fornito un parziale numero di targa. Combinando quei numeri con quelli risultanti da una segnalazione, ricevuta giorni prima, di un'auto sospetta dello stesso tipo che aveva tentato un furto di pneumatici in quella cittadina, i carabinieri hanno ricavato l'intero numero di targa risalendo cosi' al proprietario e successivamente ai due presunti responsabili anche dell'altra rapina commessa con lo stesso modus operandi nel 2012. I due devono rispondere di lesioni, rapina e violenza privata in concorso ed aggravati.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza