cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 21:01
Temi caldi

Burkina Faso, Compaoré non si dimette ma assicura: "Pronto al dialogo"

31 ottobre 2014 | 08.39
LETTURA: 3 minuti

Ieri una folla di dimostranti ha preso d'assalto e dato alle fiamme il parlamento per protestare contro il tentativo del capo di Stato africano, al potere da 27 anni, di prolungare ancora il suo mandato

alternate text
Blaise Compaoré (Xinhua)

Situazione ancora incerta in Burkina Faso, dove il presidente Blaise Compaoré ha dichiarato di non volersi dimettere durante la transizione fino a nuove elezioni. In una lettera aperta diffusa nella notte sul sito di radio Omega, il capo di Stato africano ha però rinunciato alla modifica costituzionale per prolungare il suo mandato e assicurato che rimarrà in carica solo per il periodo di transizione annunciato dall'esercito. E infine ha annunciato il sollevamento dello stato d'assedio imposto dai militari.

"Ho deciso di ritirare la bozza della controversa legge", si legge nel messaggio di Compaoré, che conferma lo scioglimento del governo. Questi passi, spiega, aiuteranno "ad aprire negoziati per un periodo di transizione, al termine del quale passerò il potere al presidente democraticamente eletto". Il messaggio è stato diffuso dopo che ieri il capo delle forze armate, generale Honoré Traoré, aveva annunciato lo scioglimento del parlamento e l'avvio di un governo di transizione per un periodo di un anno.

La crisi nel paese africano è precipitata ieri quando una folla di dimostranti ha preso d'assalto e dato alle fiamme il parlamento per protestare contro il tentativo di Compaoré, al potere da 27 anni, di prolungare ancora il suo mandato. Durante la notte, sfidando il coprifuoco imposto dai militari, i manifestanti hanno continuato a chiedere le dimissioni di Compaoré. Oggi è atteso in Burkina Faso l'inviato speciale dell'Onu per l'Africa occidentale, Mohamed Ibn Chambas.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza