cerca CERCA
Mercoledì 19 Gennaio 2022
Aggiornato: 15:17
Temi caldi

Calcio: Guardiola, tocca a Bayern decidere se sono uomo giusto

02 maggio 2014 | 13.14
LETTURA: 3 minuti

Monaco, 2 mag. - (Adnkronos/Dpa) - ''Se perdiamo, sono a rischio. Ma sono sempre più convinto delle mie idee. Tocca al club decidere se questo allenatore è la soluzione migliore per la squadra''. Pep Guardiola non ha nessuna intenzione di modificare la propria filosofia di gioco. Il Bayern Monaco è stato umilitato dal Real Madrid nelle semifinali di Champions League, ma il tecnico catalano non rinnega il tiqui taca importato in Germania. E pazienza se, dopo il pesantissimo 4-0 casalingo incassato contro i Blancos, la stampa tedesca ha sparato a zero. ''Dopo la sconfitta con il Real Madrid sono ancora più convinto delle mie idee'', ripete Guardiola nella conferenza stampa alla vigilia della gara di campionato contro l'Amburgo. La sfida è sostanzialmente inutile, visto che il Bayern si è laureato campione di Germania già a marzo. Il k.o. europeo, quindi, è ancora una notizia d'attualità. ''Perché abbiamo perso? Perché nel primo tempo (chiuso sotto per 3-0, ndr) non abbiamo giocato bene, non abbiamo gestito il pallone'', ha detto l'ex allenatore del Barcellona. ''Non sono venuto qui per cambiare la cultura calcistica della Germania. Ma ho comunque i miei occhi, le mie idee. Un tecnico ha solo le proprie idee da utilizzare, non può allenare un gruppo di giocatori con le idee di un altro'', ha aggiunto. Insomma, niente compromessi: o così, o niente.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza