cerca CERCA
Venerdì 27 Maggio 2022
Aggiornato: 11:29
Temi caldi

Calcio: Sabatini, abbiamo venduto il simulacro di Benatia

11 settembre 2014 | 15.09
LETTURA: 2 minuti

"Avevo detto che il prezzo di Benatia sarebbe stato di 61 milioni perché mi riferivo al monolite Benatia e aveva fatto cose eccezionali. Il prezzo che poi è stato realizzato è stato più basso, ma a 28 + 4 abbiamo venduto il simulacro di Benatia, non aveva più motivazioni, voglia, determinazione di essere il calciatore che abbiamo apprezzato". Il ds della Roma, Walter Sabatini, si è così espresso sulla cessione del difensore marocchino Mehdi Benatia al Bayern Monaco.

"Indugerei poco sull'argomento Benatia. E' stato esaustivo e tombale il presidente nel chiarire la situazione. Il Bayern Monaco, attraverso il proprio ufficio stampa, ci ha chiesto di calmare le acque, potrei aggiungere tante cose e credo di doverlo fare. Benatia alcune cose ha cercato di farle bene -ha proseguito-, poi è scivolato successivamente. I presupposti sono stati buoni. Quando l'ho cercato nel maggio dell'estate scorsa aveva un'offerta di una squadra italiana maggiore della nostra, molto più alta, ma ha scelto l'offerta ben più bassa della Roma, rinunciando a molti soldi. A gennaio ha avuto sollecitazioni esterne, voleva rimanere alla Roma ma a determinate condizioni".

"Qualora non si fossero verificate avremmo dovuto riparlarne. Ma a quattro milioni in cinque anni la mia risposta non poteva essere positiva: gli ho detto, la Roma questi soldi non te li può e non te li vuole dare, ma ti adeguiamo il contratto. Gli abbiamo offerto un contratto in esubero rispetto all'offerta del giugno precedente. Il ragazzo in prima battuta è stato eccezionale, è stato un grandissimo giocatore per la Roma, come ha poi dimostrato il campo -ha aggiunto Sabatini-. Quando a gennaio sono cambiate le acque, volevamo tenerlo fino a maggio".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza